Liechtenstein-Italia, Mancini: “Segnali importanti dai nuovi. Il record di vittorie? Bisogna guardare avanti”

Mancini post gara con Liechtenstein
Mancini nel post gara con il Liechtenstein (Getty Images)

Il tecnico Roberto Mancini porta a casa un’altra vittoria con la Nazionale. La nona, stavolta più larga, contro il Liechtenstein. 5-0 maturato nel corso del match, faticando un pochino inizialmente dato l’ampio turn-over. Qualche volto nuovo, ma anche graditi ritorni in campo, come quello di El Shaarawy alla prima presenza nella gestione del Mancio.

Liechtenstein-Italia, una manita da nove: Mancini come Pozzo

Il commissario tecnico ha visto giovani determinati e vogliosi, una Nazionale con un’identità sempre maggiore ed una solidità di gruppo che offrirà ampi margini di miglioramento. Da qui a giugno c’è ancora molto lavoro da fare, ma Roberto Mancini – che ha eguagliato il record di vittorie consecutive di Pozzo – guarda al futuro con serenità. Il suo commento nel post partita:

GRANDI RISPOSTE DAI GIOVANI“Abbiamo fatto un po’ di fatica all’inizio ma ho avuto garanzie importanti nel proseguo della gara. I giovani mi hanno dato fiducia, spero che sempre più giocatori mi diano sintomi di qualità come hanno fatto oggi i vari Di Lorenzo, Grifo, Tonali. I ragazzi partecipano e mi fa piacere, poi è ovvio che da qui alla fine bisognerà lasciare a casa qualcuno. I posti quelli sono, purtroppo. Il record di Pozzo è motivo d’orgoglio, ma dobbiamo andare avanti con la squadra. Magari arrivare in fondo all’Europeo”.

Leggi anche –> Liechtenstein-Italia 0-5, manita azzurra. Apre Bernardeschi, chiude Belotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *