Roma-Napoli, Davide Ancelotti: “Rigore Mario Rui inesistente, i conti si fanno alla fine”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:20

Davide Ancelotti Napoli

Il Napoli perde 2-1 contro la Roma e chiude una settimana senza vittorie. Gli azzurri restano al 7°posto in classifica e sprecano un’altra occasione per riscattarsi, dopo i due pareggi di fila con Spal e Atalanta. A fine partita Davide Ancelotti, figlio e vice di Carlo quest’oggi squalificato, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue parole che fanno chiarezza sul momento della squadra e criticano gli episodi arbitrali, in particolare i due rigori fischiati contro il Napoli.

Sulla partita: “Abbiamo giocato bene i due finali di tempo, l’inerzia della partita era a nostro favore e non abbiamo raccolto, ma in generale potevamo fare meglio”

Sull’inizio stagione: “E’ un gruppo che conosce bene i concetti, cerca di esprimersi al meglio, non sempre ci riesce infatti abbiamo avuto un rendimento altalenante”

Sui gol subiti: “I problemi che abbiamo sono legati alla fase difensiva, dobbiamo essere più ordinati, compatti e determinati nella pressione. Stiamo lavorando su questi aspetti, ma giocando ogni tre giorni non abbiamo molto tempo”

Sulla classifica: “Noi guardiamo a noi stessi, ci sono cose da migliorare, la classifica non dobbiamo guardarla perchè non è tempo dei bilanci. I conti si fanno alla fine”.

Sulle difficoltà: “Le partite di questo campionato sono tutte difficili, si giocano su episodi e rispetto all’anno scorso non abbiamo fatto peggio, ma abbiamo raccolto meno di quanto abbiamo meritato. Il livello medio si è alzato, tutti giocano fino alla morte”

Sul rigore di Mario Rui: “E’ normale che un difensore può colpire il pallone con la mano quando va a difendere il cross, se no dobbiamo allenarli a tenere le braccia dietro la schiena”

Leggi anche – Moviola Roma-Napoli: tocco di braccio di Callejon e Mario Rui, rigori netti (Foto)