Juventus, Sarri: “Cristiano Ronaldo? Bisogna ringraziarlo. Normale sia arrabbiato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:35
Sarri Juventus Bologna
Juventus, Sarri: “Cristiano Ronaldo? Bisogna ringraziarlo. Normale sia arrabbiato”

La Juventus fatica e subisce un positivo Milan, ma alla fine trova la vittoria. Il gol arriva da una mossa vincente di Sarri che toglie Cristiano Ronaldo e inserisce Dybala a inizio ripresa. Una scelta coraggiosa, premiata al 77′ quando l’argentino trova l’angolo giusto per battere Donnarumma. Una rete importante per i bianconeri, che tornano avanti all’Inter e si godono il primato per altre due settimane. Nel post-partita è arrivato ai microfoni di Sky Sport anche Maurizio Sarri, che ha rilasciato queste dichiarazioni. Ecco le sue parole:

Sulla partita: “Siamo stati disposti anche a soffrire, lo spirito era quello giusto. A inizio partita abbiamo sbagliato tanto in costruzione, ma la voglia di vincere e sacrificarsi è stata espressa su altri livelli ed è stata decisiva. Quando giochi sette partiti in venti giorni, all’ultima puoi arrivare scarico a livello mentale, ma la squadra sta facendo di tutto per migliorare”.

Sul Milan e Higuain: “Il Milan ha tirato in porta, ma quasi sempre da fuori area. A livello difensivo abbiamo fatto una discreta partita. Stasera hanno giocato sopra il livello medio di questa stagione, è una squadra con dei valori tecnici importanti. Higuain è molto per noi anche se segna meno, un giocatore totale e determinante”.

Su Cristiano Ronaldo: “Ronaldo non è mai un problema, prima di tutto bisogna ringraziarlo perché ha giocato in condizioni fisiche non ottimali. L’ho sostituto perché faceva fatica, si è se poi si arrabbia è normale come tutti i giocatori. Nell’ultimo mese ha avuto un problema al ginocchio in allenamento e un risentimento al collaterale, quando si allena e gioca ad alta intensità va incontro a problemi fisici che lo stanno condizionando. Il giocatore comunque si è messo a disposizione e sta provando a dare tutto, ci stanno i cinque minuti d’incazzatura. A un allenatore fa anche piacere che qualcuno si arrabbi per la sostituzione”.

Leggi anche – Juventus-Milan 1-0: Dybala, che prodezza. Rossoneri ko con onore