Torino-Inter, Conte: “Ringrazio i miei ragazzi. Barella? Speriamo non sia grave”

Conte nel post gara contro il Torino
Conte nel post gara contro il Torino

L’Inter fa 34 punti in tredici gare ed eguaglia la miglior partenza di sempre nella storia nerazzurra, quella del 50-51. C’erano ancora i due punti a vittoria, Conte ha creato qualcosa di imprevedibile a inizio anno. I suoi lavorano a testa bassa, l’emergenza infortuni continua ma il lavoro e il sacrificio pagano: il 3-0 contro il Torino è un’ulteriore dimostrazione di senso pratico e determinazione. Il commento tecnico del mister nerazzurro nel post gara:

Da questa partita sono arrivate molte conferme, a cominciare dal clean sheet che mancava…

“Questa è la cosa che mi rende più contento, abbiamo dimostrato una buona solidità difensiva ed è molto importante perché dimostriamo che i gol li facciamo prima o poi. Se torniamo ermetici come a inizio campionato siamo più sereni”.

Come gestirà la rosa con l’avvicendarsi di impegni importanti?

“Partiamo dall’aspetto positivo, ovvero che oggi Borja Valero è entrato e ha mostrato la sua professionalità e determinazione: ha lavorato tanto con determinazione e in silenzio, e questo mi dà soddisfazione. E’ un piacere allenare gente come lui e Dimarco, so che non è semplice allenarti senza avere grandi chance. Ma Borja ha fatto un ottimo secondo tempo, sono contento per lui e per l’esordio di Dimarco, meritava questa soddisfazione. Mi auguro ora che per Barella non sia niente di serio, perché è cresciuto in maniera esponenziale ed è importante per noi. Mi auguro che gli esami clinici non diano esiti molto disastrosi”.

Icardi e Gabigol stanno facendo fortuna all’estero…

“Il loro destino spetta ai dirigenti, quest’anno giocatori come Icardi, Nainggolan e Perisic sono andati via ma non abbiamo realizzato nulla dal punto di vista economico. Potrebbe esserci un tesoro importante per noi. Ma intanto continuiamo a lavorare e fare quello che dobbiamo fare, mettendoci un impegno massimale. Dobbiamo dare più del massimo perché continua l’emergenza, ma c’è solo da ringraziare questi ragazzi. Sono contento soprattutto per loro perché lavoro, sacrificio, sessioni tattiche alla fine pagano. Stanno raccogliendo i frutti e spero possano farlo ancora in futuro”.

Torino-Inter, Conte: “Dobbiamo dare più del massimo. Gabigol e Icardi? Tesoro importante per noi”

Lautaro Martinez come l’ha visto?

“Insieme a Romelu rappresenta un terminale offensivo che sta crescendo tanto. Ha 22 anni, Romelu 26, sono potenziali attaccanti dell’Inter per 7-8 anni. Stanno crescendo in maniera esponenziale, sono contento per i gol ma anche perché lavorano per la squadra. Penso che stasera potessero segnare ancora, ma anche la squadra è stata brava a supportarli e loro si mettono a disposizione in entrambe le fasi”.

Quanto era bagnato il cappello che portava?

“Era già bagnato a fine primo tempo, ma non ho voluto toglierlo perché era molto importante vincere”.

Leggi anche –> Serie A, highlights Torino-Inter: gol e sintesi partita – VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *