Napoli-Liverpool, Klopp: “Non pensiamo di aver già vinto. Salah giocherà”

Napoli-Liverpool, Klopp: "Non pensiamo di aver già vinto. Salah giocherà"
Napoli-Liverpool, Klopp: “Non pensiamo di aver già vinto. Salah giocherà”

L’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp non ha dubbi: contro il Napoli, Mohamed Salah ci sarà. “Sta bene, non sono preoccupato” ha detto il tecnico in vista della sfida di Champions League che, in caso di vittoria, può assicurare al Liverpool il primo posto nel girone E con una giornata d’anticipo. Il Napoli, invece, passerà il turno se vince ad Anfield o se il Salisburgo non batte il Genk.

Klopp: “Un errore pensare di avere già vinto”

Salah non è stato utilizzato nel 2-1 in Premier League contro il Crystal Palace di sabato scorso, ma ha superato i problemi alla caviglia. Sta migliorando anche il difensore Joel Matip, che però non è tra i convocati. Klopp, che ha evitato lo sfratto, non vuole guardare oltre la sfida di domani. “L’errore più grande che potremmo fare è quella di pensare di aver già vinto e che cosa accadrebbe se vincessimo”, ha detto. “Ci sono due settimane tra la sfida di domani sera e la partita di Salisburgo, ultima partita del gruppo, e ci sono tre partite nel mezzo. Perché dovrei pensare alla partita di Salisburgo adesso?”.

I Reds, che hanno vinto le ultime sette partite casalinghe della fase gironi di Champions League segnando 24 gol, vantano un bilancio di otto vittorie e quattro sconfitte in casa contro le squadre italiane; nonostante due sconfitte nelle ultime cinque partite, ha vinto le ultime due.

Klopp: “Ritiro? In Inghilterra non ce l’hanno mai chiesto”

Imbattuto da 30 partite in Premier League, Klopp non guarda troppo in là. Rispetta la forza del Napoli, nonostante i problemi della squadra di Ancelotti e le pesanti multe decise per l’ammutinamento dopo la sconfitta contro il Salisburgo. “Abbiamo letto che stanno succedendo tante cose, ma resta un avversario molto forte” ha detto Klopp. “Le strutture dei club sono diverse in Inghilterra, non ci chiedono mai di andare in ritiro. Non ho idea di cosa sia successo e perché. Ma restano una squadra forte. Hanno vinto contro di noi a Napoli sia l’anno scorso che quest’anno.  Fossi un loro giocatore proverei a ricompattare l’ambiente e dare il massimo”.

LEGGI ANCHE -> ESPN incorona Klopp miglior allenatore al mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *