Juventus, Sarri: “Alex Sandro rientra. Cristiano Ronaldo? Vincerà il Pallone d’Oro”

Sarri conferenza stampa Juventus-Sassuolo
Sarri conferenza stampa Juventus-Sassuolo

Maurizio Sarri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Sassuolo, lunch match dell 12:30 valido per la quattordicesima giornata di Serie A. I bianconeri sono in testa alla classifica con 35 punti, solamente uno in più dell’Inter, e non hanno ancora mai perso una partita in questa stagione. Al contrario, gli ospiti sono usciti sconfitti proprio dall’ultimo impegno contro la Lazio e occupano la 14.a posizione con soli 13 punti.

Sarri ha risposto alle domande dei giornalisti, iniziando con il parlare della condizione fisica di Alex Sandro: “Ieri ha fatto tutto l’allenamento con la squadra, è sicuramente disponibile“. Su Bernardeschi ha aggiunto: “Ha qualità tecniche importanti”. 

Maurizio Sarri parla di Cristiano Ronaldo e De Ligt

Il tecnico toscano ha dichiarato: Ronaldo l’ho visto bene in termini di resistenza, deve crescere in brillantezza. Ma questo è abbastanza normale. Lui è qualcosa di diverso, è inutile pensare che tutti i giocatori siano uguali, perchè non è assolutamente così. Spero e penso vinca il Pallone d’Oro. Se non fosse così mi dispiacerebbe”. 

Su Emre Can ha aggiunto: “Può essere un’opzione visto che in Europa non gioca per motivi di lista. Se ci sono le condizioni affinchè possa giocare, allora succederà, come accaduto a Lecce”. In merito a De Ligt ha dichiarato: “E’ migliorato anche con Barzagli che è una risorsa straordinaria sia sotto il punto di vista tecnico individuale, che corale. De Ligt sta iniziando ad abituarsi al nostro modo di giocare”. 

“La partita di domani è pericolosissima perchè provenivamo da gare in cui abbiamo speso più energie nervose che fisiche. Non a caso dopo le ultime due sfide di Champions abbiamo sofferto contro Lecce e Milan“, queste le parole di Sarri sulla sfida al Sassuolo.

Leggi anche -> Cristiano Ronaldo, nessun gol con la Juventus a novembre: mai così male da 10 anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *