Napoli, il contenzioso va avanti: Ancelotti testimone contro i calciatori

Napoli, il contenzioso va avanti: Ancelotti testimone contro i calciatori
Napoli, il contenzioso va avanti: Ancelotti testimone contro i calciatori

Il Napoli e i suoi dipendenti si dovranno presentare davanti ad un Collegio Arbitrale per la questione multe. Ci sarà un arbitro del club, uno della squadra e uno superpartes. I giocatori lunedì decideranno se nominare lo stesso arbitro o se ci saranno dei gruppi con vari arbitri. Per cercare di snellire la questione sarebbe opportuno averne uno solo.
La novità è che il Napoli avrà come testimone Carlo Ancelotti. Proprio così. Oltre al vicepresidente Edo De Laurentiis e il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, ci sarà pure il tecnico dalla parte della società. L’allenatore di Reggiolo, al termine della sfida con il Salisburgo, lasciò anzitempo lo stadio San Paolo per recarsi in ritiro a Castelvolturno assieme a tutto lo staff così come richiesto dal Napoli.

Adl-squadra, restano le multe «Ora giocate come ad Anfield»

De Laurentiis conferma le multe, ma apre a uno “sconto”

Aurelio De Laurentiis ha mantenuto la promessa di incontrare la squadra. Un faccia a faccia che i giocatori avevano chiesto a più riprese e che hanno ottenuto. 59 minuti di colloquio tra la proprietà e i suoi dipendenti nella sala conferenze. C’erano pure Ancelotti, Edo De Laurentiis e Cristiano Giuntoli. L’unico assente è stato Malcuit. Il terzino destro non c’era il 5 novembre per infortunio e quindi al termine della seduta di allenamento è andato via.  Con un tono molto acceso ha evidenziato le mancanze dei calciatori confermando che le multe dovranno essere pagate. Sugli aspetti contrattuali non si transige. Poi al massimo ci potrebbe essere qualche sconto. Sarà fondamentale l’unione di intenti. “Adesso giocate da squadra vera come avete fatto ad Anfield. Servono le vittorie ma anche le prestazioni nelle prossime gare”, ha ammonito il patron. Fino a Natale, dunque, niente frenate. De Laurentiis, invece, non avrebbe fatto menzione delle cause civili per danni d’immagine, anche se nelle buste con le multe ci sarebbero stati incartamenti con ritagli di giornale a testimonianza dei danni causati dai calciatori al club azzurro.

Leggi anche – Calciomercato Napoli: James Rodriguez: addio difficile a gennaio. Vuole restare al Real Madrid

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *