Napoli-Bologna, Ancelotti: “Ho le mie responsabilità ma in campo vanno i giocatori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:43
Ancelotti nel post gara contro il Bologna
Ancelotti nel post gara contro il Bologna

Il Napoli sta vivendo un momento no. Il pareggio in Champions League con il Liverpool sembrava aver risolto alcune defezioni, ma in realtà i problemi persistono. Lo dimostra la sconfitta in casa contro il Bologna di Mihajlovic. Questa squadra non gira come ad inizio stagione: la discontinuità dovrà far posto alle certezze. Parola di Ancelotti che cerca, nel post partita, di metabolizzare questa battuta d’arresto casalinga:

La frenata con il Bologna aumenta le insicurezze, eppure dopo Liverpool sembrava tutto risolto…

“Una squadra che non riesce a mantenere la stessa continuità di campionato in Champions. Il momento è negativo, ma lo sforzo al Liverpool è stato grosso. La squadra dovrà confrontarsi per uscire da questo momento difficile. Domani mi confronterò con loro per capire cosa non va”.

Bologna-Napoli, Ancelotti: “I giocatori devono metterci del loro, io troverò la soluzione per uscire da questa crisi”

Da cosa dipende questa crisi di risultati?

“L’allenatore si deve prendere le giuste responsabilità. Ho fiducia della società, devo trovare le giuste motivazioni di questo stop, credo che non dobbiamo divagare troppo. Va trovata maggiore continuità magari con un assetto più ordinato. Da qualche parte dobbiamo andare, a questa squadra manca una transizione di palla adeguata. Siamo stati poco compatti rispetto al match di Liverpool“.

I giocatori come stanno vivendo questo momento?

“Alla fine i giocatori si devono sentire responsabili. Anche io ho le mie colpe ma in campo vanno i giocatori e devono farlo con più chiarezza, devono metterci del loro. Adesso lo fanno in parte, purtroppo”.

C’è meno sicurezza rispetto a prima (nel gioco e nella resa)?

“Sì, abbiamo perso linearità di gioco, siamo meno fluidi ed efficaci. Più arruffati, poi dopo ci si mette la volontà e il sacrificio. Bisogna starci con la testa senza cali di tensione. Credo che non sia un problema di selezione degli uomini, il collettivo funziona meno: le rotazioni non sono ugualmente efficaci rispetto all’anno scorso. L’assetto definitivo lo deve trovare la squadra, chi c’è c’è deve far qualcosa di più”.

Sente la fiducia della società?

“Con la società ci confrontiamo ogni giorno, stiamo tutti soffrendo e vogliamo risolvere più in fretta possibile”.

Leggi anche –> Serie A, highlights Napoli-Bologna: gol e sintesi partita – VIDEO