Juventus, De Ligt ha le idee chiare sul suo futuro: l’annuncio del difensore

Juventus, De Ligt ha le idee chiare sul suo futuro: l'annuncio del difensore
Juventus, De Ligt ha le idee chiare sul suo futuro: l’annuncio del difensore

Il 2019 di Matthijs De Ligt, calcisticamente parlando, non si è concluso nel migliore dei modi. Due panchine consecutive contro Sampdoria e Lazio. Chi credeva che l’esclusione contro i blucerchiati servisse per preservare l’olandese in vista della finale di Supercoppa, si sbagliava di grosso. Anche contro i biancocelesti, infatti, Sarri ha preferito puntare su Demiral. Il motivo? Stando all’allenatore toscano, al momento, il centrale turco godrebbe di un buon stato di forma, e per questo è giusto puntare su di lui.

Nonostante questi episodi, però, De Ligt non sembrerebbe affatto turbato, anzi. Durante una lunga intervista rilasciata a ‘Juventus Tv‘, il centrale olandese ha lanciato un messaggio molto chiaro: “Voglio rimanere alla Juve il più a lungo possibile”. Chi, dunque, in settimana ipotizzava un suo addio imminente, destinazione Barcellona, si sbagliava. L’olandese ha poi proseguito dicendo: “Ero molto orgoglioso dell’interesse della Juventus, era un onore. Mi è sempre piaciuta la Juve e sono fiero di indossare questa maglia. È una sfida importante. Torino è molto diversa da Amsterdam, ho visto luoghi interessanti”

De Ligt: “Con Bonucci ci capiamo bene”

Sull’affiatamento con Bonucci, poi, De Ligt non ha dubbi:“Mi alleno con i migliori giocatori al mondo. Con Bonucci ci capiamo bene e ci completiamo a vicenda. So quello che lui sa fare bene e lui sa quello che so fare bene io. Cerchiamo di formare una buona coppia. Bisogna sempre avere voglia di imparare, crescere e diventare migliori. Se giochi nella Juventus devi sempre cercare di vincere tutto, ed è quello che voglio fare io. Voglio vincere tutti i trofei possibili”.

Se qualcuno un paio di anni fa avesse detto a De Ligt che, oggi, a soli vent’anni, avrebbe già disputato una semifinale di Champions League, e conquistato vari premi come il Golden Boy e il Trofeo Kopa, la risposta sarebbe stata questa: “Onestamente da piccolo potevo sognare tutto questo ma non lo immaginavo possibile. Sognavo di diventare un calciatore professionista. Ma se avessi detto che avrei vinto il Golden Boy, il trofeo Kopa e raggiunto le semifinali di Champions League a vent’anni, avrei detto una bugia a me stesso. Alla fine è successo. Ho vissuto moltissime esperienze positive ma anche negative. Ne sono successe tante, ma sono felice di aver fatto quelle esperienze. Mi ritengo una persona fortunata”. 

Leggi anche -> Calciomercato Juventus, Rabiot richiesto in Premier League. Paratici ci pensa…

Leggi anche -> Juventus, Cagni, ESCLUSIVO: “Sarri schiavo del risultato. Ronaldo condiziona”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *