Premier League: il Liverpool batte il Wolves, il Manchester City piega lo Sheffield United

Premier League: il Liverpool vola, ancora polemiche sul VAR
Premier League: il Liverpool vola, ancora polemiche sul VAR

Il Liverpool continua a polverizzare record. Contro il sul Wolves, finisce con tanti brividi nel finale, e con gli applausi per il gol di Mané che vale la 50.ma partita di fila senza sconfitte in casa in Premier League. Ne mancano 13 per eguagliare la serie migliore nella storia dei Reds, le 63 consecutive tra il 1978 e il 1980. Solo il Chelsea ne ha registrata una più lunga, 86 nel periodo 2004-2008. Proprio i Blues restano l’ultima squadra ad aver battuto il Liverpool nell’ultima partita di un anno solare: era il 2013.

Torna a vincere anche il Manchester City che interrompe la serie di 18 trasferte senza sconfitte dello Sheffield United. Aguero e De Bruyne firmano il 2-0 e portano i Citizens a un punto dal Leicester. E regalano a Guardiola il successo numero 100 in 134 partite in Premier League.

Il VAR dà al Liverpool e toglie al Wolves

Incredibile finale di primo tempo ad Anfield. Al 42′ il Liverpool sblocca la partita: lancio di van Dijk, sponda di petto di Lallana per Mané, che batte Rui Patricio di prima. Il gol, prima annullato per fallo di mano di Lallana, viene poi concesso dopo la review al VAR, viene poi convalidato perché il tocco è più con la spalla.

Nel recupero del primo tempo, Pedro Neto pareggia su cross di Jonny da destra. Ma stavolta il VAR salva Alisson, votato miglior portiere dell’anno ai Global Sports Awards di Dubai. Neto è infatti in fuorigioco millimetrico: è almeno la quarta decisione controversa di questo tipo nel weekend in Premier League.

Il Liverpool manca di poco il raddoppio al 53′ con il colpo di testa di Wijnaldum su angolo di Alexander-Arnold. I Reds tornano a premere nella parte centrale del secondo tempo. Espirito Santo toglie Ruben Neves per Saiss, poi inserisce la “freccia” Adama Traoré per Dendoncker. Al 67′ la migliore occasione per il Wolves: Diogo Jota ruba palla a uno svagato van Dijk, ma ha un angolo di tiro troppo stretto per sorprendere Alisson. La partita resta aperta, il Liverpool abbassa il ritmo. Salah manca il raddoppio, ispirato da Firmino, all’83’ Gomez stoppa Jimenez lanciato davanti a Alisson. Il tiro deviato all’ultimo secondo di Diogo Jota è l’ultima, vana, speranza del Wolverhampton che chiude per l’undicesima volta nelle ultime 15 trasferte ad Anfield senza gol (validi) all’attivo.

il Liverpool saluta il 2019 con il successo numero 19 nelle prime 20 giornate di Premier League. Un dominio totale per una squadra senza difetti che mantiene 13 punti di vantaggio sul Leicester secondo.

Leggi anche – Premier League, il Chelsea ribalta l’Arsenal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *