Milan-Juventus, ESCLUSIVO Vierchowod: “Ibrahimovic fa la differenza. Cosa penso di Sarri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:47
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

E’ considerato uno dei più forti difensori italiani di sempre. In ESCLUSIVA a CalcioToday.it Pietro Vierchowod, ex di diverse squadre tra le quali Sampdoria, Roma, Juventus e Milan, campione del Mondo con l’Italia a Spagna ’82. Ibrahimovc, Sarri e Fonseca gli argomenti trattati nell’intervista

Stasera a San Siro semifinale d’andata di Coppa Italia tra Milan e Juventus. Questo il pensiero di Vierchowod: “Sulla carta non c’è pronostico, ma la squadra bianconera che ho visto nelle ultime gare non mi ha impressionato, concede molto perché il centrocampo non fa filtro e la difesa subisce molti più gol rispetto al passato”. I rossoneri si aggrappano a Ibrahimovic, sul quale non ha dubbi l’ex difensore: “Malgrado abbia 38 anni, in questo Milan fa ancora la differenza. Quando lo svedese è in campo gli avversari sono sotto pressione, almeno due difensori devono pensare a marcarlo”. Rispetto alla Juventus, l’ex difensore ha un’idea ben precisa: “Secondo me è stato sbagliato dall’inizio dire che si sarebbe visto il bel gioco con l’arrivo di Sarri. Se i bianconeri hanno vinto 8 scudetti consecutivi, non credo abbiano disputato sempre brutte  gare. Nel calcio è il singolo a determinare le azioni del collettivo, soprattutto se si tratta di un campione. Se questi salta l’uomo, per esempio, la squadra è in superiorità numerica, a prescindere dal modulo adottato e dagli schemi provati in allenamento”.

LEGGI ANCHE – Ibrahimovic è Rock, Cristiano Ronaldo è Pop. L’eterna sfida in Milan-Juventus

LEGGI ANCHE – Mbappè come Cristiano Ronaldo e Messi, PSG prepara il rinnovo super. I dettagli

Juventus e Roma, ESCLUSIVO Vierchowod su Sarri e Fonseca

Maurizio Sarri (Getty Images)
Maurizio Sarri (Getty Images)

Sul lavoro di Sarri, questo il pensiero di Vierchowod: “Nelle grandi squadre piene di  campioni, non c’è bisogno di dare un gioco e dire loro cosa fare. Uno come Ronaldo s’inventa sempre qualcosa e soprattutto segna. Il tecnico bianconero non può imporre le sue idee.  Il calcio è molto più semplice di quello che uno crede”. Quindi Sarri è da Juve o no? Questa la risposta dello “Zar”: “Secondo me è un bravo allenatore, ma non va bene per un tipo di squadra come quella bianconera, in cui devi gestire e mettere i giocatori nelle condizioni di rendere al meglio. Non credo ad un ritorno di Allegri come sento dire da qualcuno, in ogni caso a fine stagione si tireranno le somme”. Infine un pensiero sulla Roma di Fonseca, con cui Vierchowod ha vinto lo scudetto nella stagione 1982/1983: “La squadra giallorossa storicamente non riesce a mantenere la concentrazione per tutta la stagione, spesso condizionata  dell’ambiente. Più che un allenatore serve un comandante tipo Liedholm o Capello. Fonseca è al primo anno, quindi ha difficoltà, inoltre dovrebbe curare di più la fase difensiva”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE 

Calciomercato Juventus, Pistocchi sui social svela un retroscena sul prossimo allenatore bianconero

Calciomercato Napoli, Mertens: Inter e Roma sfidano la Premier League