Coronavirus, Spadafora sui rinvii in Serie A: “Tutelati i tifosi”

Coronavirus, Vincenzo Spadafora sui rinvii in Serie A
Coronavirus, Vincenzo Spadafora sui rinvii in Serie A

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, ha espresso la propria opinione in merito alla decisione di rinviare cinque partite valide per la 26.a giornata di Serie A. All’interno di una nota ufficiale è arrivato il commento del Ministro sulla scelta che sta facendo discutere i tifosi sui social nelle ultime ore.

Spadafora dichiarato: “L’emergenza in seguito dei casi di Coronavirus in Italia, ha costretto il Governo e le altre Autorità a prendere decisioni impopolari ma necessarie. Scelte che devono essere aggiornate rispetto ai dati della comunità scientifica, mettendo al primo posto la salute dei cittadini e di limitare le conseguenze per ognuno di loro”. 

Coronavirus, Spadafora commenta i rinvii in Serie A

Il Ministro Vincenzo Spadafora ha poi proseguito: “Per gli eventi sportivi, dopo la fase del blocco totale, abbiamo autorizzato su richiesta del CONI, della FIGC e delle Leghe Calcio, la possibilità di effettuare allenamenti e partite a porte chiuse“. 

Sui prossimi appuntamenti in programma ha proseguito: “La valutazione unanime dei vertici del mondo sportivo e calcistico è stata quella di prediligere il rinvio piuttosto che giocare in stadi vuoti, tenendo conto anche delle ripercussioni a livello di immagine sul nostro Paese”.

Infine Spadafora ha concluso: Decisione autonoma dunque, che come ministro competente ho accolto con favore. Ogni valutazione sulle ripercussioni a livello agonistico di questa stagione compete agli organi sportivi, non certo al Ministro dello Sport o al Governo”. 

Leggi anche -> Serie A e Coronavirus: la 27.a giornata è già da brivido, rischi per 7 partite