Coronavirus: Euro 2020, la posizione della Uefa: “Nessuno ha chiesto il rinvio”

Coronavirus: Euro 2020, la posizione della Uefa: "Nessuno ha chiesto il rinvio"
Coronavirus: Euro 2020, la posizione della Uefa: “Nessuno ha chiesto il rinvio”

Il mondo del calcio sta facendo i conti con l’emergenza Coronavirus. Ne prendono atto le federazioni nazionali, che man mano stanno chiudendo gli stadi e perfino sospendendo i campionati, come in Italia. La Uefa, solitamente molto refrattaria a porte chiuse e rinvii delle partite, sta prendendo atto della situazione. Alcune partite di Champions ed Europa League, infatti, si giocano senza tifosi.

La Uefa insiste: “Euro 2020 si giocherà”

Eppure, la posizione del massimo organo calcistico europeo è rigida: non traspare l’intenzione di fermare i tornei, e tantomeno i prossimi Europei del 2020. I campionati, che inizieranno il 12 giugno e che saranno itineranti, sono assolutamente confermati. “L’Europeo si giocherà, perché nessuna delle 55 federazioni europee ha mai chiesto il rinvio”, riporta La Gazzetta delo Sport, citando un’anonima ma autorevole fonte Uefa. Eppure, a Nyon sarebbero sul tavolo tutte le possibili soluzioni: spostamento a fine anno oppure direttamente al 2021, ma evidentemente non queste le intenzioni della Uefa. Questo sempre che la situazione non diventi più grave.

Leggi anche – Serie A, Ghirelli: “Scudetto, aperte tutte le ipotesi. Coppe europee l’unica certezza” VIDEO

Leggi anche – Champions ed Europa League: Uefa pronta a rinviare i quarti per Coronavirus

Leggi anche – Coronavirus, l’OMS può chiudere il calcio in tutto il mondo: gli scenari