Tottenham, allenamento imprudente al parco. Mourinho si scusa

Tottenham, allenamento imprudente al parco. Mourinho si scusa
Tottenham, allenamento imprudente al parco. Mourinho si scusa

José Mourinho l’ha combinata grossa. Il tecnico del Tottenham è stato pizzicato mentre dirigeva una breve seduta di allenamento in un parco pubblico di Barnet. Secondo il Daily Mail, oltre al portoghese, erano presenti anche Aurier, Ndombele, Sanchez e Sessegnon.     Il colombiano e l’inglese sono stati ripresi mentre facevano jogging fianco a fianco, incuranti delle misure di sicurezza adottate dalle autorità anglosassoni al fine di limitare la diffusione del Covid-19.

Mourinho tra le polemiche: dirige un allenamento in un parco pubblico

Mourinho, le scuse dello Special One

La società, venuta a conoscenza dell’accaduto, ha pubblicato una nota in cui ha richiamato tutti i suoi tesserati alla massima diligenza: “A tutti i nostri tesserati è stato ribadito di rispettare il distanziamento sociale quando fanno attività all’aperto. Continueremo a rinforzare questo messaggio”.

Immediate le scuse di José Mourinho“Accetto che le mie azioni non sono state in linea col protocollo del Governo e che dobbiamo avere contatti solo con i membri della nostra famiglia. È fondamentale che tutti facciano la loro parte e seguano le disposizioni al fine di sostenere gli eroi del Servizio Sanitario Nazionale a salvare le vite”.

Questo è solo l’ultimo episodio di una lunga serie. Il primo a violare le disposizioni di sicurezza è stato il giovane trequartista dell’Aston Villa, Jack Grealish. Dopo aver raccomandato ai suoi fan di restare a casa, il giocatore ha violato la quarantena per recarsi ad un party. Al termine della festa, il 24enne di Birmingham è rimasto coinvolto in un incidente stradale, per sua fortuna senza conseguenze. Poi è stato i turno del difensore del Manchester City, Kyle Walker, beccato nel bel mezzo di un party in compagnia di due prostitute.

Leggi anche -> Mourinho stila il suo 11 ideale: c’è soltanto un giocatore dell’Inter