Premier League, l’iniziativa dei giocatori contro il Coronavirus

L'iniziativa dei giocatori di Premier contro il Coronavirus
L’iniziativa dei giocatori di Premier contro il Coronavirus

Il Coronavirus ha messo in ginocchio tutto il mondo e anche i giocatori che militano in Premier League hanno deciso di rendersi protagonisti di un importante gesto di solidarietà. Nei giorni scorsi Matt Hancock, politico britannico e Segretario di Stato per la salute, ha chiesto ai calciatori di fare la loro parte e l’appello è stato subito accolto.

L’iniziativa collettiva si chiama “Players Together” ed è nata per aiutare l’NHS, il sistema nazionale sanitario in vigore nel Regno Unito. Attraverso un comunicato viene confermato che i calciatori hanno deciso di investire i propri soldi per aiutare i medici nella lotta al Covid-19.

Jamie Vardy, uno dei giocatori impegnati nell'iniziativa
Jamie Vardy, uno dei giocatori attivi nell’iniziativa

Premier League, i giocatori impegnati contro il Coronavirus

Da Virgil van Dijk ad Alisson, passando per Aubameyang, Rashford e Gabriel Jesus: questi sono solo alcuni dei nomi più importanti del campionato inglese che partecipano alla splendida iniziativa per supportare concretamente i medici in prima linea sul fronte emergenza.

L’iniziativa è indipendente, i calciatori hanno quindi deciso di agire senza alcun legame con le decisioni dei club di appartenenza. I soldi saranno investiti per garantire i sistemi di sicurezza per lo staff dell’NHS, e aiutare volontari e pazienti positivi al Coronavirus, nella speranza di riuscire a ricoprire tutte le aree più colpite dalla pandemia.

Leggi anche -> Premier League, calciatori contrari al taglio degli stipendi: le ragioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *