Premier League, l’iniziativa dei giocatori contro il Coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:46
L'iniziativa dei giocatori di Premier contro il Coronavirus
L’iniziativa dei giocatori di Premier contro il Coronavirus

Il Coronavirus ha messo in ginocchio tutto il mondo e anche i giocatori che militano in Premier League hanno deciso di rendersi protagonisti di un importante gesto di solidarietà. Nei giorni scorsi Matt Hancock, politico britannico e Segretario di Stato per la salute, ha chiesto ai calciatori di fare la loro parte e l’appello è stato subito accolto.

L’iniziativa collettiva si chiama “Players Together” ed è nata per aiutare l’NHS, il sistema nazionale sanitario in vigore nel Regno Unito. Attraverso un comunicato viene confermato che i calciatori hanno deciso di investire i propri soldi per aiutare i medici nella lotta al Covid-19.

Jamie Vardy, uno dei giocatori impegnati nell'iniziativa
Jamie Vardy, uno dei giocatori attivi nell’iniziativa

Premier League, i giocatori impegnati contro il Coronavirus

Da Virgil van Dijk ad Alisson, passando per Aubameyang, Rashford e Gabriel Jesus: questi sono solo alcuni dei nomi più importanti del campionato inglese che partecipano alla splendida iniziativa per supportare concretamente i medici in prima linea sul fronte emergenza.

L’iniziativa è indipendente, i calciatori hanno quindi deciso di agire senza alcun legame con le decisioni dei club di appartenenza. I soldi saranno investiti per garantire i sistemi di sicurezza per lo staff dell’NHS, e aiutare volontari e pazienti positivi al Coronavirus, nella speranza di riuscire a ricoprire tutte le aree più colpite dalla pandemia.

Leggi anche -> Premier League, calciatori contrari al taglio degli stipendi: le ragioni