Serie A, Nicchi racconta la quarantena degli arbitri: “Non si sono mai fermati”

Il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha commentato la ripresa degli allenamenti individuali e ha rivelato che la prossima settimana potrebbero esserci delle novità sulle sedute di gruppo

Serie A, Nicchi racconta la quarantena degli arbitri: "Non si sono mai fermati"
Serie A, Nicchi racconta la quarantena degli arbitri: “Non si sono mai fermati”

I calciatori di Serie A si preparano a tornare in campo. Dopo i provvedimenti adottati da Emilia Romagna, Campania e Lazio, il ministro per lo Sport e le Politiche Giovanili, Vincenzo Spadafora, nella giornata di ieri ha invitato il comitato tecnico scientifico a valutare l’ipotesi di consentire gli allenamenti individuali presso i propri centri sportivi anche agli atleti degli sport di squadra (calcio compreso). Immediata la risposta del Viminale che, dopo aver ricevuto l’ok del CTS, ha emesso una circolare che recita: “È consentita, anche agli atleti e non, di discipline non individuali, come a ogni cittadino, l’attività sportiva individuale, in aree pubbliche o private”. Il tutto nel massimo rispetto “della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri e rispettando il divieto di ogni forma di assembramento”.

Leggi anche -> Serie A, il deputato Nobili: “In arrivo decreto che chiude la stagione”

Nicchi: “Ripresa degli allenamenti segnale positivo”

Nicchi: “Ripresa degli allenamenti segnale positivo”

La ripresa degli allenamenti individuali ha riguardato da vicino anche gli arbitri. In serata, ai microfoni di Adnkronos, il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha affrontato proprio questo tema. “E’ sicuramente un buon segnale, speriamo arrivi presto anche la possibilità di lavorare in gruppi”. Ancora vietate, infatti, le sedute di allenamento in gruppo. “Dipenderà tutto dall’approvazione del protocollo che sta discutendo la FIGC con il Comitato tecnico-scientifico. Se arriverà il semaforo verde potremmo riprendere i raduni settimanali a Coverciano con i nostri arbitri” ha detto il presidente dell’Associazione Arbitri.

I direttori di gara, ha aggiunto lo stesso Nicchi, durante questo periodo di isolamento forzato hanno continuato ad allenarsi autonomamente, proprio come i calciatori: “Lavorano in video conferenza con i loro responsabili per quanto riguarda la parte tecnica e allenano anche il fisico in ogni modo possibile”. Se il campionato dovesse riprendere, assicura dunque Nicchi, saremo come sempre pronti”.

Leggi anche -> Serie A, Spadafora categorico: “Del campionato non se ne parla proprio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *