Serie A, si gioca ogni giorno: calendario “pazzo” da giugno ad agosto

Serie A, con la ripresa del campionato si può giocare tutti i giorni dal 20 giugno al 2 agosto. Questa l’ulteriore ipotesi per concludere la stagione. Da decidere le fasce orarie. Prima serata privilegiata

Serie A, si gioca tutti i giorni
Serie A, calendario fittissimo (Getty Images)

Serie A, prepariamoci a un tour de force mai visto di partite tra la seconda metà di giugno e inizio agosto, periodo in cui, salvo nuovi contagi e quarantene obbligatorie, il campionato interrotto lo scorso marzo si dovrebbe concludere con la proclamazione dei verdetti canonici sul campo.

Dopo il via libera del Ministro Spadafora si è discusso di una possibile bozza di calendario che, di fatto, in attesa dell’ufficialità conferma quanto si è detto e scritto nelle scorse settimane. E’ previsto, infatti, un’autentica maratona di partite che dal 20 giugno ci accompagnerà per un mese e mezzo.

Potrebbe interessartiJuventus, il calendario da giugno ad agosto: le date dei match 

Partite ogni giorno con la ripresa del campionato

Dopo il lungo digiuno, ecco l’abbuffata. Tra weekend e turni infrasettimanali, il calendario della Serie A sarà “costretto” a occupare anche i lunedì e i venerdì. Un’eventualità che, oltre a far contenti gli appassionati digiuni del loro passatempo preferito, accontenterebbe anche le emittenti tv, Sky e Dazn, che avrebbero così maggiori occasioni per arricchire i loro palinsesti con possibili esclusive e importanti ricadute sulla raccolta pubblicitaria.

Serie A, bagarre sui diritti tv. Contenzioso in atto con Sky (Getty Images)
Serie A, (Getty Images)

Broadcaster televisivi con i quali la situazione resta molto tesa per il mancato pagamento dell’ultima rata annuale sui diritti del campionato. Tra decreti ingiuntivi e minacce di azione legale, chissà che questa abbuffata di match possa contribuire a rasserenare i rapporti tra le parti. Difficile, al momento, fare previsioni ma almeno gli abbonati saranno contenti. E questo, in un periodo del genere, è già una conquista.

Leggi ancheSerie A, Gravina soddisfatto. Poi l’annuncio in caso di nuovo stop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *