Juventus, i tifosi rivali ricordano Cardiff: i migliori meme sui social – FOTO

Oggi, 3 giugno 2020, ricorre a distanza di tre anni la sconfitta della Juventus in finale di Champions League contro il Real Madrid: le reazioni divertite sui social.

Juventus Cardiff
Buffon Champions (Getty Images)

Oggi è un giorno amaro per la storia della Juventus. Tre anni fa, il 3 giugno del 2017, la squadra di Massimiliano Allegri perse 4-1 la finale di Champions League contro il Real Madrid. Una bruciante sconfitta, la seconda dopo quella nel 2015 col Barcellona e la più larga per proporzioni, che fece continuare la storica maledizione in Europa.

La serata di Cardiff è ricordata con grande tristezza da tifosi bianconeri, ancora delusi dalla mancata vittoria a un passo dalla coppa. Una partita che invece viene menzionata volentieri dai sostenitori rivali, scatenatosi con meme e sfottò sui social network. Una galleria piena di immagini scherzose e fotomontaggi per riportare alla mente una ferita ancora aperta dei campioni d’Italia.

Ti potrebbe anche interessare – Juventus, una maledizione chiamata Champions League

Juventus, il 3 giugno 2017 la sconfitta col Real Madrid

Juventus Asensio
Juventus Cardiff (Getty Images)

Nella finale contro il Real Madrid viene maggiormente richiamato il gol di Marco Asensio che, entrato dalla panchina, segnò il definitivo 4-1 chiudendo la partita e spezzando il sogno della Juventus. In quella partita ci fu anche la doppietta di Cristiano Ronaldo, passato dopo due anni in bianconero. Un risultato da conservare per i tifosi avversari, in particolare dell’Inter, che oggi si sono ripresi la loro rivincita sul web facendo andare in tendenza la parola “Cardiff”.

😍😍😍😍#Asensio 4-1

Pubblicato da Angelo Russo su Mercoledì 3 giugno 2020

Buon anniversario 😂😂😂😂#3Giugno #Cardiff

Pubblicato da IO SONO INTERISTA su Mercoledì 3 giugno 2020

Per non dimenticareBuon anniversario 😂😂😂😂#3Giugno #Cardiff

Pubblicato da INTER SEI UNICA su Mercoledì 3 giugno 2020

Leggi anche – Serie A, Juventus-Lazio aperta ai tifosi: la richiesta a Spadafora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *