Champions League, si studia la Final 8: le possibili sedi ospitanti

La Bild anticipa un possibile progetto di Final 8 per concludere la Champions League dopo gli ottavi di finale. Già diverse le sedi che si sono dichiarate disposte a ospitarla

Champions League, si studia la Final 8: le possibili sedi ospitanti
Champions League, si studia la Final 8: le possibili sedi ospitanti

La Champions League potrebbe cambiare formato per le fasi finali di questa edizione straordinaria. Il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, dovrebbe ufficializzare le date e le modalità con cui saranno portate a termine la Champions e l’Europa League il 17 giugno, al termine del Comitato Esecutivo.

Si moltiplicano le indiscrezioni su un cambio di sede rispetto a Istanbul, scelta per ospitare la finale, che però sarebbe intenzionata a rinunciare non volendo organizzare l’evento a porte chiuse.

L’agenzia di stampa Associated Press, citando fonti anonime, ha parlato della possibilità di organizzare una “Final Eight”, ovvero disputare tutte le sfide dai quarti di finale in poi in un’unica sede per quanto riguarda la Champions League. Nella principale competizione per club, infatti, solo alcuni ottavi di finale si sono conclusi, mentre per altre sfide, come Juventus-Lione e Barcellona-Napoli, va ancora giocata la gara di ritorno.

Leggi anche – Champions, quattro ipotesi per le coppe: tutte le gare in un solo paese

Champions League, le possibili sedi della Final 8

Lo stadio dell'Eintracht Francoforte, interessato a ospitare l'eventuale Final 8 di Champions
Lo stadio dell’Eintracht Francoforte, interessato a ospitare l’eventuale Final 8 di Champions

L’Associated Press sottolinea la presenza di possibili candidature dalla Russia e dal Portogallo, presumibilmente Lisbona. Il sito del quotidiano tedesco Bild ha rivelato anche l’interesse di Francoforte come sede dell’eventuale Final Eight. “Siamo interessati, ne stiamo parlando” ha spiegato Markus Frank, il direttore sportivo dell’Eintracht che nel recupero della 24ma giornata si è imposto 3-0 a Brema.

Uno dei vantaggi della scelta di Francoforte, spiega la Bild, è la presenza di più stadi nel raggio di cento chilometri, un plus che andrebbe incontro alle necessità della UEFA se davvero si dovesse arrivare al cambio di formato. Oltre all’impianto dell’Eintracht, infatti, si potrebbe giocare a Magonza, a Sinsheim nella “casa” dell’Hoffenheim, a Darmstadt, a Wiesbaden, a Kaiserslautern e a Karlsruhe.

Leggi anche – Champions League, il piano della Uefa: final four e possibile nuova sede

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *