“Cristiano Ronaldo non contento di Sarri”, il retroscena sull’addio di Allegri

Dall’Inghilterra parlano di un rapporto infelice tra Cristiano Ronaldo e Maurizio Sarri, raccontando anche un curioso retroscena sull’addio di Allegri.

Cristiano Ronaldo e Sarri
Cristiano Ronaldo e Sarri (Getty Images)

Stasera la Juventus riprenderà la corsa Scudetto con meno certezze. La sconfitta contro il Napoli in finale di Coppa Italia, la seconda in questa stagione, ha sollevato le proteste dei tifosi bianconeri e creato tensioni all’interno dello spogliatoio. Alla vigilia della trasferta di Bologna Maurizio Sarri ha negato qualsiasi diverbio accesso con i giocatori che sarebbero concentrati sul finale di stagione. La realtà però appare diversa e come riportano dall’Inghilterra, le idee e la gestione del tecnico toscano non stanno piacendo a molti bianconeri.

Nello specifico, secondo il Daily Express, uno dei più scontenti sarebbe Cristiano Ronaldo che non avrebbe trovato il giusto feeling con il nuovo allenatore. Il campione portoghese era contrario all’addio di Massimiliano Allegri con il quale si era trovato a meraviglia e avrebbe provato a far desistere l’ex tecnico fino alla fine. La società però aveva programmi diversi e ha fatto le sue scelte, nonostante il suo calciatore più rappresentativo fosse contrario a un cambio in panchina.

Ti potrebbe anche interessare – Juventus, Sarri: “Lite con Pjanic, una bufala. Il vero Ronaldo tra 10 giorni”

Cristiano Ronaldo in conflitto aperto con Sarri: la posizione della Juventus

Juventus Cristiano Ronaldo
Juventus Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Non è un mistero che il rapporto tra Cristiano Ronaldo e Maurizio Sarri, nonostante tutte le smentite, del caso sia molto complicato. La famosa sostituzione contro il Milan, criticata pubblicamente dal portoghese, è stato il primo segnale che qualcosa non stava andando nel verso giusto. Adesso, a distanza di mesi, la situazione non è cambiata e addirittura sta rischiando di peggiorare complice il fatto che sul campo non arrivano i risultati. Dietro c’è un problema tattico (CR7 vuole giocare a sinistra e non come centravanti), ma anche visioni generali differenti.

Dalla Juventus non ci sono comunicazioni ufficiali, la società si sarà fatta sicuramente qualche domanda ma non starebbe pensando a rivoluzioni imminenti. I bianconeri vorrebbero dare fiducia all’ex tecnico di  Napoli e Chelsea con cui hanno firmato un lungo e ricco contratto fino al 2022. Al momento si continua così, sperando di raggiungere i prossimi obiettivi e non dover prendere decisioni drastiche.

Leggi anche – Juventus, Cristiano Ronaldo-Sarri: è gelo. Il retroscena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *