Milik, il Tottenham tenta sgambetto alla Juve: Moura pedina di scambio

Il futuro di Milik è ancora da decidere. Il Tottenham mette sul piatto Lucas Moura più soldi, ma la sua volontà è quella di giocare alla Juventus

Tottenham si Milik
Milik nel mirino del Tottenham (Getty Images)

Sono ore calde per il futuro di Arkadius Milik. L’attaccante del Napoli, che quasi sicuramente cambierà aria a fine stagione, è conteso da diverse squadre, sia in Italia che all’estero. La volontà del calciatore è chiara: vuole solo la Juventus. I bianconeri, infatti, sono la sua prima scelta, anche se i partenopei preferirebbero venderlo oltre i confini. Nelle ultime ore si sarebbe fatto sotto il Tottenham per portare il polacco a Londra e avrebbe messo sul piatto un’offerta  importante. Gli Spurs vogliono convincere il Napoli a cederlo includendo nella trattativa Lucas Moura, vecchio pallino di De Laurentis, che al club londinese ha trovato poco spazio in questa stagione.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Junior Firpo scarta l’Inter, un altro club di Serie A sul terzino

Milik, la sua prima scelta resta la Juventus

Milik vuole la Juventus
Milik vuole la Juventus (Getty Images)

Milik lascerà il Napoli a fine stagione e la sua volontà è quella di rimanere in Italia. La Juventus ha palesato più volte l’interesse per il giocatore e ci sarebbe anche un accordo di massima con lui per portarlo a Torino. Sì, perché il polacco sogna di vestire bianconero e di giocare al fianco di Cristiano Ronaldo, per ambire alla vittoria di trofei importanti. Il Tottenham fa sul serio per lui e la figura di Lucas Moura, più un incentivo economico, potrebbe essere una scelta importante per convincere il Napoli, ma il discorso è ben diverso per lui. Il brasiliano sarebbe una stata una richiesta di Giuntoli, che vuole regalare a Gattuso qualità e tecnica per il reparto avanzato in vista della prossima stagione. Ora tutto dipende da Milik, che vede Torino come sua prima scelta per il futuro.

LEGGI ANCHE >>> Juventus e Napoli su Boga, un top club di Premier spaventa le italiane

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *