Inter-Bologna, Conte a confronto con la squadra: “Dobbiamo meritarci maglia”

Antonio Conte, dopo Inter-Bologna, rimane in spogliatoio a lungo a confronto con la squadra. Cresce la tensione per l’Inter, a -11 dalla Juve

Inter-Bologna, Antonio Conte
Inter-Bologna, Antonio Conte

La sconfitta interna contro il Bologna lascia strascichi pesanti non solo in termini di classifica per la stagione dell’Inter. Secondo quanto riferisce Dazn, il tecnico nerazzurro è rimasto oltre un’ora in spogliatoio a colloquio con la squadra dopo la sconfitta, peraltro maturata anche in undici contro dieci.

Conte si presentaai microfoni in conferenza stampa alle 20.30 passate. “E’ giusto metterci tutti in discussione, me per primo. In maniera molto onesta. Dobbiamo dimostrare di meritare l’Inter, di volerci elevare rispetto a quanto visto in questi anni” ha detto.

La partita, segnata anche dal rigore sbagliato da Lautaro, ha fatto scivolare l’Inter a -11 dalla Juventus. Dopo una prima mezz’ora in controllo e il vantaggio firmato Lukaku, il rigore ha cambiato la storia della partita. Il Bologna, in quel momento già in dieci per l’espulsione di Soriano, pareggia con Juwara che diventa l’uomo copertina della partita. Poi il rosso a Bastoni ristabilisce la parità numerica, e Barrow a 10′ dalla fine regala al Bologna la vittoria.

Leggi anche – Serie A, Highlights Inter-Bologna: gol e sintesi del match – Video

Inter-Bologna, Conte a confronto con la squadra

Conte, duro confronto con la squadra
Conte, duro confronto con la squadra

Con la squadra, in spogliatoio, secondo quanto rivela Dazn, ci sarebbe anche Beppe Marotta. Ai microfoni di Inter tv, intanto, ha parlato un De Vrij apparso decisamente frustrato nelle sue risposte secche, brevi, evidentemente nervose. Situazione dunque in evoluzione in casa nerazzurra, ad un’ora abbondante dal termine della partita contro il Bologna.

Il tecnico non ha voluto commentare il penalty. “Preferisco glissare sulla situazione del calcio di rigore, è meglio che rimangano nello spogliatoio. Potevamo fare meglio in questa situazione” dice il tecnico sulla decisione che ha portato Lukaku, rigorista designato, a non tirare il penalty del possibile 2-0 affidandolo a Lautaro. L’impressione, dal tono delle sue parole, è che Conte non fosse così d’accordo con i giocatori.

Leggi anche – Inter-Bologna 1-2: Juwara e Barrow, che rimonta. Lautaro sbaglia un rigore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *