Allegri è carico: “Cerco un progetto ambizioso. No al Real Madrid per la Juve”

Torna a parlare del suo futuro dopo un lungo silenzio. Max Allegri risponde alle domande di MARCA: conferma dI aver ricaricato le batterie e di essere pronto per un progetto ambizioso. Poi svela il motivo del rifiuto al Real Madrid e cosa pensa sul futuro del Milan. 

Allegri è di nuovo carico. L'ex allenatore della Juventus parla al quotidiano spagnolo Marca
Allegri è di nuovo carico. L’ex allenatore della Juventus parla al quotidiano spagnolo Marca

Lo hanno accostato al Manchester United più volte, al PSG con insistenza, si dice sia la destinazione più probabile, poi i contatti con il Barcellona. Così uno dei tecnici italiani più vincenti, Max Allegri, non passa mai di moda. L’ex allenatore della Juventus però è stato di parola: ha rifiutato tutto fino ad ora perché aveva bisogno di un anno di riposo. L’attesa è finita. Max ha ricaricato le batterie e non vede l’ora di tornare ad allenare. Il tecnico livornese parla ai microfoni del quotidiano sportivo MARCA. “Ho riposato nella mia Livorno, avevo bisogno di stare in famiglia. Ora sono di nuovo pronto e motivato. Cerco un club che abbia voglia di condividere progetti e idee, che abbia ambizioni di competere a grandi livelli e vincere. Dove non è un problema. La Liga? Certo che mi piace” spiega Max.

POTREBBE INTERESSARTI >> Allegri svincolato dalla Juve: PSG e non solo, tutte le ipotesi sul futuro

Allegri il motivo del ‘No’ al Real Madrid per la Juve e sul futuro del Milan…

Allegri, racconta il 'No' al Real Madrid per la Juve e sul Milan... 
Allegri, racconta il ‘No’ al Real Madrid per la Juve e sul Milan…

Nella lunga intervista ai media spagnoli Max ripercorre le tappe bianconere lasciate un anno fa: e sul futuro vincete della Juventus non ha dubbi. “E’ una società costruita per vincere. Ha basi solide. Non ho dubbi sul fatto che continuerà a farlo anche nei prossimi anni. La Champions? Ci hanno provato, si sono raggiunti ottimi risultati: due finali. Poi sulle eliminazioni ci sarebbe molto da discutere… Poi è arrivato Cristiano Ronaldo con il quale hanno fatto un salto di qualità. Credo resterà a lungo” spiega il mister.

Capitolo Real Madrid. Allegri in questo anno di pausa è stato più volte accostato a diversi club e tutt’ora si rumoreggia sul toto panchina. Tra i club citati anche i Blancos del presidente Florentino Perez che ha sempre stimato molto Allegri come persona e come allenatore. Proprio il tecnico svela un retroscena: “C’è stato un contatto due anni fa con il Real. Non se ne fece più nulla perché avevo un contratto co n la Juve. Un segno di riconoscenza al club e anche al popolo bianconero”. 

Ma non è tutto. Tra le voci di calciomercato anche quella di un possibile ritorno al Milan, con una nuova proprietà. Si è detto e scritto che Allegri potrebbe essere l’uomo del nuovo corso: quello di Bernard Arnault, a capo del gruppo della moda di lusso “Lvmh” che dovrebbe rilevare il club dal fondo Elliott. L’allenatore non chiude e commenta così: “Il Milan tornerà ad ambire a titoli quando avrà un progetto forte e continuità. Al momento lo vedo ancora lontano da questo livello. Cambiare rosa e idee tutte le stagioni non gli fa bene. Serve continuità appunto” conclude Allegri.

LEGGI ANCHE – Napoli, De Laurentiis voleva Allegri: “L’ho chiamato prima di Gattuso”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *