Napoli, De Laurentiis voleva Allegri: “L’ho chiamato prima di Gattuso”

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis “confessa” di aver pensato a Max Allegri prima di chiamare Gattuso sulla panchina della sua squadra

Napoli, De Laurentiis voleva Allegri: “L’ho chiamato prima di Gattuso”
Napoli, De Laurentiis voleva Allegri: “L’ho chiamato prima di Gattuso” (Getty Images)

Fresco vincitore della Coppa Italia, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha raccontato al Corriere dello Sport le emozioni del giorno dopo. Intanto, l’allenatore dei partenopei Rino Gattuso è diventato l’idolo della tifoseria: tutti, ormai, si chiedono quando arriverà il rinnovo del tecnico che ha riportato un trofeo a Napoli dopo sei anni. “Io e Gattuso ci siamo visti prima della gara – ha spiegato il presidenteabbiamo chiacchierato come facciamo sempre. Non avremo problemi a far convergere le nostre idee”.

Ti potrebbe interessare anche – Salvini attacca De Luca, che bordata per i festeggiamenti post Napoli-Juve

Napoli, De Laurentiis e il retroscena sull’allenatore

Napoli, De Laurentiis e il retroscena sull'allenatore
Napoli, De Laurentiis e il retroscena sull’allenatore (Getty Images)

Sul piatto c’è il prolungamento del contratto per altri tre anni: “Con Gattuso ci siamo subito presi – ha proseguito – ha avuto immediato effetto su una squadra che per me è fortissima. E non lo dico solo e nemmeno da oggi. Ma da sempre. Il campo lo dice. Noi siamo stati l’anti Juventus in questi anni, sia per quello che abbiamo vinto che per quello che abbiamo rischiato di vincere“. Poi De Laurentiis svela il retroscena su Max Allegri: “Faccio sempre valutazioni ampie, e prima di scegliere il nuovo allenatore volevo sentire anche Allegri. Chiamai prima lui: ho un rapporto diretto con Max, lo stimo da anni. Quando gli telefonai lui fu molto onesto. Mi disse che era ferma, né aveva bisogno. Non c’erano preclusioni, disse che il nostro era un progetto straordinario. Ma sostenne che voleva starsene un po’ tranquillo. Allora chiamai Rino, che come da copione venne a Roma. E adesso eccoci qua”.

Leggi anche – Napoli, Politano esulta contro la panchina della Juve: l’agente spiega il gesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *