Milan-Juventus, Sarri: “Che black out, niente processi, andiamo avanti”

La Juventus di Sarri esce sconfitta dalla gara contro il Milan. A San Siro i padroni di casa sono stati protagonisti di una rimonta, ribaltando il risultato da 0-2 a 4-2

Milan-Juventus, le parole di Sarri nel post gara
Milan-Juventus, le parole di Sarri nel post gara (Getty Images)

E’ stata una partita ricca di emozioni e di episodi davvero rocamboleschi. Milan-Juventus è stata tutt’altro che una partita banale, anche se per 60 minuti poteva anche sembrarlo. La Juventus era in vantaggio per 2 a 0 e sembrava ormai andare verso il successo, L’episodio del rigore al minuto 62 ha poi cambiato radicalmente le dinamiche di gioco, favorendo il Milan. Il gol dagli undici metri è solo l’inizio di una vera e propria goleada, che vede terminare il match per 4 a 2 per la squadra di casa, autrice quindi di una clamorosa rimonta.

Ai microfoni di DAZN il tecnico Maurizio Sarri ha commentato così la sconfitta della sua squadra: “Oggi abbiamo fatto 60 minuti di livello mondiale, eravamo in pieno controllo di partita. Poi è arrivato il black out di un quarto d’ora e ora dobbiamo andare avanti e pensare alla prossima partita. E’ un momento difficile per tutte le squadre, dobbiamo ripartire dalle note positive. Non possiamo farci processi addosso, tra tre giorni già c’è un’altra partita”.

POTREBBE INTERESSARTI >>> Raffaella Fico, voglia d’estate: décolleté da urlo su Instagram – FOTO

Milan-Juventus, Sarri: “Per 60 minuti abbiamo dominato”

Milan-Juventus, Sarri nel post gara
Milan-Juventus, Sarri nel post gara (Getty Images)

GUARDARE AVANTI – “Abbiamo fatto delle brutte partite e le abbiamo perse, ma in questo periodo stiamo comunque giocando bene. In questo momento difficile possono capitare dei momenti di black out. Ora non ne vale la pena piangersi addosso. Da queste situazioni ognuno deve tirare fuori una motivazione diversa. La squadra ha un ottimo calcio e deve ripartire da qui”.

HIGUAIN – “In difesa abbiamo sofferto dopo 60 minuti, perché prima non avevamo concesso nemmeno un’occasione da gol. Non vedo le assenze come causa della sconfitta. Higuain? Ha fatto quello che poteva fare, è entrato benino e poi è scomparso pian piano. Era fisiologico”.

SU RABIOT –Rabiot è un ragazzo che si sta integrando nel calcio italiano e nel gruppo. Ha fatto un po’ di fatica all’inizio, complice qualche infortunio. Ora sta venendo fuori bene”.

LEGGI ANCHE >>> Milan-Juventus 4-2, pazzesca rimonta rossonera. Debacle bianconera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *