Ibrahimovic, nessun caso col Milan ma il futuro è deciso: la destinazione

Ibrahimovic lascerà il Milan a fine stagione. Nessun caso durante la partita con il Napoli, ma lo svedese ha già scelto la sua prossima destinazione 

Ibrahimovic, nessun caso col Milan (Getty Images)
Ibrahimovic, nessun caso col Milan (Getty Images)

Tanta rabbia per il secondo gol subito contro il Napoli e per una prestazione al di sotto delle sue qualità. Zlatan Ibrahimovic era infuriato nel momento della sostituzione decisa da Stefano Pioli al 61′ della sfida del San Paolo. Era soprattutto arrabbiato con se stesso, per non essere riuscito ad incidere come voleva nel match, anche a causa di un Kalidou Koulibaly che ha ritrovato la forma migliore.

Il pareggio di Kessié ha calmato le acque e lo stesso Ibra si è tranquillizzato. “Nessun caso, era nervoso perchè stavamo perdendo”, ha dichiarato Pioli nel post match, spegnendo da subito ogni possibile speculazione. Agitazione da campo, sfumata una volta che l’arbitro ha soffiato per tre volte nel fischietto. Zlatan è già concentrato per la prossima sfida, in casa contro il Parma, ma le voci sul suo futuro non si placano.

Potrebbe interessarti anche: Ibrahimovic, dall’ipotesi Monza al suo erede: le rivelazioni dello svedese

Ibrahimovic saluta il Milan: la destinazione futura

Ibrahimovic, la scelta per il futuro (Getty Images)
Ibrahimovic, la scelta per il futuro (Getty Images)

Nessun caso dunque, sospiro di sollievo per il Milan e i suoi tifosi in vista di un finale di stagione che vale il possibile accesso all’Europa League. Una competizione che però Ibrahimovic non giocherà. Lo stesso attaccante lo ha ammesso qualche giorno fa, dichiarando: “Non sono un giocatore da Europa League. Il mio futuro? Difficile che resti qui. Sembra quindi sempre più certo che il centravanti lasci i rossoneri e la Serie A.

Secondo la Gazzetta dello Sport, Ibra avrebbe già deciso: la carriera si concluderà nell’Hammarby. Il 38enne tornerà nella sua terra, la Svezia, e potrebbe vestire la maglia del club di cui è in parte proprietario. Una conclusione giusta per una carriera stellare, che verrà ulteriormente impreziosita nel caso in cui riuscisse a far ottenere il piazzamento europeo al suo Milan. Testa al campo, almeno per ora.

Leggi anche -> Milan, occhi in Bundesliga: colpo in difesa su consiglio di Rangnick

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *