Milan-Rangnick, problemi nella trattativa: l’ostacolo che blocca la firma

Il Milan vede rallentare la trattativa per Ralf Rangnick, ancora sotto contratto del gruppo Red Bull che chiederebbe circa 7-8 milioni per liberarlo. 

Milan Rangnick
Ralf Rangnick (Getty Images)

Il Milan sembrava destinato a cambiare allenatore e accogliere l’arrivo in panchina di Ralf Rangnick a partire dalla prossima stagione. Dopo mesi di silenzio, a causa del lungo lockdown, la trattativa ha ripreso a correre ma negli ultimi giorni ha subito un nuovo rallentamento. La notizia, che rimbalza della Germania e viene confermata da Sky Sport, potrebbe cambiare la prospettiva di questa operazione. Il motivo è la resistenza del gruppo Red Bull, proprietario del Lipsia, a separarsi contrattualmente dal tecnico tedesco.

Una situazione spinosa per la società rossonera che, anche se non pubblicamente, aveva già raggiunto l’accordo totale con il futuro tecnico. Quest’ultimo però, a fronte di queste indiscrezioni, non potrà rescindere consensualmente il suo rapporto con il potente gruppo austriaco e l’addio dovrà comportare anche un esborso economico, prima d’ora non calcolato dal Diavolo. La richiesta per liberare Rangnick si aggira intorno ai 7-8 milioni di euro, una cifra non esagerata che però rappresenta un ostacolo non trascurabile.

Ti potrebbe anche interessare – Szoboszlai verso il Milan: “Futuro da decidere, non resterò deluso”

Milan, si complica l’arrivo di Rangnick: la Red Bull chiede un indennizzo

Rangnick Lipsia
Ralf Rangnick (Getty Images)

All’improvviso Ralf Rangnick non è più sicuro di diventare il nuovo allenatore del Milan. Gli ultimi risultati della squadra di Stefano Pioli (5 vittorie e 2 pareggi dopo la ripresa del campionato) e soprattutto l’indennizzo economico chiesto dalla RedBull per liberarlo, rischiano di riservare un finale a sorpresa. I rossoneri infatti, prima di poter annunciare il manager tedesco, dovranno sedersi al tavolo e trattare la sua buonuscita. Uno sforzo che in via Aldo Rossi nessuno aveva considerato e sicuramente porterà a riflettere la dirigenza rossonera, ormai pronta a ufficializzare l’accordo a fine stagione. In realtà siamo ancora nel campo dell’incertezza, manca un passaggio fondamentale per arrivare alla firma.

Leggi anche – Piatek, l’Hertha Berlino lo scarica e punta un obiettivo del… Milan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *