Cristiano Ronaldo prende tempo per riflettere: restare a Torino o andare via? La dirigenza della Juventus per convincerlo a rimanere in bianconero promette un mercato di qualità. Tre top player sulla lista dei desideri.

A Torino, sponda Juventus, già si parla di “Pirlolandia”. L’hashtag omonimo fa già presagire che sarà una stagione – quella prossima in bianconero – carica di aspettative e curiosità. Innanzitutto c’è da capire se Andrea Pirlo è effettivamente il predestinato che la dirigenza juventina crede: le parole del ds Paratici sanno di investitura, ma è chiaro che scommettere su un allenatore in erba – seppur campione da calciatore – espone più a dubbi che a certezze.

Scetticismo, in primis della piazza, che ha coinvolto anche qualche top player della “Vecchia Signora”: Cristiano Ronaldo si prenderà questo periodo di ferie, dopo una stagione complicata, per riflettere se vestire ancora bianconero oppure no. Le pretendenti non mancano, ma lui vuole un progetto competitivo e vincente. Potrebbe esserlo anche quello della Juve, cosa che sperano tutti alla Continassa, ma resta da oliare qualche ingranaggio per convincere CR7 a scommettere ancora una volta sulla ‘zebra’ anziché su un altro cavallo vincente.

Leggi anche – Calciomercato Juventus, sfuma Lacazette. Avanti su Milik!

Calciomercato Juve, tre top player per convincere Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo, un mercato di grandi firme per trattenerlo (Getty Images)
Cristiano Ronaldo, un mercato di grandi firme per trattenerlo (Getty Images)

L’esonero di Sarri è stata una diretta conseguenza anche del feeling mai sbocciato del tutto fra l’allenatore toscano e il campione lusitano che vorrebbe evitare di avere frizioni anche in questo nuovo corso che va formandosi. Allora, la Juventus per convincere l’ex Real Madrid a restare ancora a Torino promette un mercato di grandi firme. Come se quello della scorsa stagione fosse stato soltanto un assaggio, i “primi piatti” – diciamo così – dovrebbero ancora arrivare: tre nomi in lista. Milinkovic Savic, Harry Kane e Bellerin.

Tre stelle per convincerne una quarta a non andar via che, tradotto in spese, significherebbe 210 milioni totali d’investimento. A renderlo noto è il portale spagnolo Don Balon che, calcolatrice alla mano, mette insieme le spese per il serbo della Lazio (70 milioni), l’attaccante del Tottenham (100 milioni) e il laterale dell’Arsenal (40 milioni). Un tesoretto non indifferente che dovrebbe riuscire a strappare il consenso del lusitano.

Al netto di tutto, Pirlo potrebbe cominciare la sua avventura da allenatore con una corazzata davvero di prim’ordine. Così come, d’altronde, è stato per Sarri ma stavolta i risultati dovranno necessariamente cambiare. Non tanto in Italia, quanto in Europa con la Champions League che somiglia sempre più ad un tabù da sfatare. Cristiano Ronaldo e i suoi illustri colleghi potrebbero essere il giusto talismano.

Leggi anche – Juventus, Pirlo dopo Sarri: quanto conta il “DNA” di squadra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *