Calciomercato Milan: l’Eintracht blocca Rebic, cosa manca per l’intesa

Il Milan vuole ripartire anche da Ante Rebic. Il centravanti croato è diventato un punto fermo del progetto tecnico di Pioli in rossonero. Il piano del club per provare a trattenere l’attaccante croato di proprietà dell’Eintracht Francoforte.

Il Milan vuole ripartire dai pilastri di questa stagione ammala appena conclusa per costruire un progetto vincente. Ripartire da dove ha finito, quindi, con Pioli sempre più leader e allenatore. Insieme a Ibrahimovic – da convincere – per sposare la causa rossonera dentro e fuori dal campo. Poi ci sarebbe Ante Rebic, o meglio c’è a parole e con i fatti (15 gol in 36 partite) ma meno a livello formale. L’attaccante croato vorrebbe restare a Milano, sponda rossonera, ma il cartellino è di proprietà dell’Eintracht Francoforte.

Milan, trattenere Rebic è una priorità: la strategia dei rossoneri

Calciomercato Milan, Rebic pronto a restare. Cosa manca per chiudere l'accordo (Getty Images)
Calciomercato Milan, Rebic pronto a restare. Cosa manca per chiudere l’accordo (Getty Images)

Una proposta per il giocatore sarebbe già arrivata dalle parti di via Aldo Rossi, il centravanti croato si sente parte del progetto e, quindi, potrebbe anche cedere alle lusinghe – emotive ed economiche – dei rossoneri. Resta da convincere il club tedesco, l’idea è quella di provare a prendere il promettente 26enne di Spalato già in questa finestra di mercato.

Leggi anche – Calciomercato Juventus, Pogba si allontana: lo scenario

Qualora la proposta del Milan non dovesse soddisfare i tedeschi, il ragazzo rimarrebbe a Milanello in prestito ancora un’altra stagione e quella dopo – per forza di cose – scatterebbe l’ultimatum per il Milan: provare a trattenerlo è prioritario, vista la natura del progetto rossonero. C’è ancora un anno di tempo, volendo, ma è importante non prendersela comoda. Specialmente dopo un campionato come quello appena intrapreso dal croato: le concorrenti non mancano.

Leggi anche – Pescara, Bruno aggredisce un tifoso e lo manda all’ospedale: il racconto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *