Bundesliga, via libera ai tifosi negli stadi: la capienza concessa

In Germania si va verso la riapertura degli stadi in occasione della Bundesliga, i match infatti potranno essere popolati dai tifosi sugli spalti ma solo per il 20% di pubblico. Al via l’esperimento per il campionato tedesco.

Porte aperte ai tifosi, in Bundesliga si potrà tornare allo stadio. Al primo aumento di contagi, però, si torna a chiudere gli impianti al pubblico. Questa è la decisione presa in Germania: le partite del campionato tedesco potranno essere viste allo stadio dal 20% del pubblico in relazione alla capienza di ciascun impianto. Un piccolo passo in avanti che ha l’aria di un esperimento per cominciare a tornare alla normalità anche in questo ambito, nonostante la pandemia e i rischi che si porta dietro. Il nuovo iter durerà per sei settimane di monitoraggio in 16 stati federali tedeschi.

Leggi anche – Boca Juniors, polemica Copa Libertadores: ammessi giocatori positivi al Covid

Bundesliga, graduale riapertura stadi: ammesso il 20% di pubblico

Riaprono gli stadi in Germania, 20% di pubblico in Bundesliga (Getty Images)
Riaprono gli stadi in Germania, 20% di pubblico in Bundesliga (Getty Images)

In Germania le regole sull’apertura e chiusura degli stadi restano meno ferree rispetto all’Italia. Infatti, ciascuna regione poteva decidere in autonomia, durante match differenti dal campionato, come agire. Ecco spiegati, dunque, i 7500 spettatori presenti a Rostock durante la gara di coppa nazionale fra Hansa Rostock e Stoccarda. Testimonianza, assieme a quelle di Werder Brema-Herta Berlino, Lipsia-Mainz, Eintracht Francoforte-Armenia e Union Berlino-Augusta, che hanno spinto le autorità tedesche a concedere questa piccola apertura negli stadi durante le sfide di Bundesliga. “Si tratta di una prova per vagliare la situazione”, rimarca il Primo Ministro della Baviera Markus Söder. L’intenzione c’è, vedremo quali saranno le conseguenze.

Leggi anche – Juventus-Sampdoria, il verdetto della Regione su riapertura Stadium

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *