Calciomercato Milan, ipotesi Chiesa e Milenkovic: Commisso fa chiarezza

Rocco Commisso ha voluto fare chiarezza sui possibili addii di Chiesa e Milenkovic, obiettivi di mercato del Milan 

Dopo circa sette mesi, il patron della Fiorentina, Rocco Commisso, è tornato in Italia. Intercettato dai giornalisti, il presidente americano ha voluto fare il punto sul mercato in entrata e uscita dei Viola e ha sottolineato anche i progetti futuri della società. “Voglio occuparmi della squadra, del mercato e anche del centro sportivo”, ha dichiarato l’imprenditore statunitense.

Poi ha aggiunto: “Voglio vedere il cantiere, occuparmi dello stadio. L’emendamento ottenuto è qualcosa di positivo e i nostri legali stanno dando una mano al calcio italiano. C’è fiducia, ma dobbiamo ancora vedere alcune cose. Non investo soldi se lo stadio non si fa come dico io”. Parole chiare e dirette, come quelle usate anche per parlare del mercato in entrata: La squadra è fatta. Se ci sono altre opportunità le valuteremo, dato che ci sono ancora venti giorni”. Il presidente è rimasto soddisfatto e ha condiviso una sua analisi: “L’85% dei giocatori è arrivato negli ultimi due anni”. Sui nuovi acquisti ha aggiunto: Bonaventura deve recuperare fisicamente. Ambrabat mi è piaciuto e avrei voluto vederlo in campo col Torino, peccato per la squalifica”.

Potrebbe interessarti anche: Chiesa al Milan, affare possibile: il “ruolo” di Paquetà e… Rebic

Chiesa e Milenkovic al Milan, Commisso fa il punto sulle trattative

Chiesa nel mirino del Milan (Getty Images)
Chiesa nel mirino del Milan (Getty Images)

Il tema più caldo, però, è ovviamente quello relativo al mercato in uscita. Si parte da Chiesa, accostato al Milan negli ultimi giorni. In merito Commisso ha dichiarato: Vediamo una cosa per volta. Ho letto diverse fake news”. Porte non del tutto chiuse per i rossoneri, almeno per l’esterno d’attacco. Su Milenkovic e Pezzella, anche loro nel mirino della dirigenza milanista, il patron americano è stato più categorico: “Dobbiamo rinnovare i loro contratti. L’intenzione è di fare una squadra forte”.

Infine sull’obiettivo stagionale ha concluso: “Non dico che se non arriviamo in Europa è un fallimento, ma voglio arrivare nella parte più alta possibile della classifica di sinistra. Nessuno ha più voglia di vincere di me. Con Iachini e la squadra si è creato un bellissimo rapporto e non siamo lontani dai grandi risultati”.

Leggi anche -> Calciomercato, Keita: la Fiorentina ci prova, la richiesta al Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *