Celtic-Milan, Pioli esalta Ibra: “Sta bene, la testa comanda le gambe”

Il Milan torna a giocare in Europa dopo qualche anno di assenza. La sfida contro il Celtic sarà un crocevia importante per partire al meglio nella competizione. Le parole di Pioli alla vigilia del confronto.

Milan, Pioli prepara la sfida con il Celtic (Getty Images)
Milan, Pioli prepara la sfida con il Celtic (Getty Images)

Il Milan ritrova l’Europa dopo anni di assenza, Pioli si prepara alla sfida con il Celtic in Europa League. L’intenzione è fare bene dopo aver faticosamente raggiunto la fase a gironi del torneo con i preliminari. Le scelte saranno importanti e potranno fare la differenza, le parole del tecnico rossonero su Sky Sport:

Come sta Calhanoglu?

“Ha avuto questo infortunio alla caviglia, oggi stava un po’ meglio. Comunque non sarà della gara e dovremo analizzare la situazione giorno dopo giorno”.

Il Milan ritrova l’Europa, è nel suo contesto naturale…

“L’Europa fa parte della storia del club, questo è chiaro a tutti. Vogliamo rimanerci il più possibile dopo aver faticato ai preliminari per arrivarci”.

Ci sarà qualche rotazione dopo il Derby?

“Il derby ci ha portato via moltissime energie, sia a livello fisico che a livello mentale. Cercherò di mettere giocatori pronti perché l’avversario – all’esordio in Europa League – vorrà partire forte. Oltre al fatto che sono forti a livello tecnico e tattico, ovviamente”.

Leggi anche – Calhanoglu infortunato, le possibili soluzioni tattiche per Pioli senza il turco

Celtic-Milan, Pioli carica i suoi: “Vogliamo restare a lungo in Europa”

Milan, Pioli pronto per la sfida di Europa League (Getty Images)
Milan, Pioli pronto per la sfida di Europa League (Getty Images)

Sta pensando al centrocampo a tre?

“Mi ritengo un allenatore duttile ed elastico, abbiamo la fortuna di avere i giocatori giusti al posto giusto. C’è sicuramente un’impronta di base, ma non vuol dire che non possa mettere in discussione alcune scelte per il bene della squadra”.

Arrivare in fondo in Europa League o raggiungere la qualificazione in Champions? 

“Siamo il Milan e dobbiamo fare bene dappertutto, senza precluderci niente. Ovviamente dobbiamo avere l’umiltà e il rispetto per chiunque, ma sappiamo di potercela giocare. Siamo un gruppo coeso e volenteroso, ma è troppo presto per porsi un obiettivo preciso. Cerchiamo di fare il massimo sempre, abbandoniamo (per un attimo) il campionato e pensiamo alla gara di domani sera”.

Ibrahimovic come sta?

“Ibra sta bene, perché la testa decide sulle gambe. È in forma, come tutti i suoi compagni, del resto. Deciderò la formazione domani mattina”.

Leggi anche – Celtic-Milan, Lennon esalta Ibrahimovic: “Tra i più forti di tutti i tempi”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *