Milan, Calabria è ormai imprescindibile: si pensa al rinnovo di contratto

Le amnesie difensive di un tempo sono ormai un ricordo per Davide Calabria, titolare inamovibile nel Milan sulla fascia destra. Il club pensa al rinnovo di contratto.

Il Milan continua a essere l’unica squadra d’Europa imbattuta nel post lockdown e non vuole certamente fermarsi qui. Tra i punti diforza della formazione di Stefano Pioli c’è Davide Calabria, schierato stabilmente in difesa sulla fascia destra e ritenuto ormai quasi del tutto imprescindibile. Il giocatore in estate sembrava essere sul punto di lasciare i rossoneri, che avrebbero potuto fare una plusvalenza grazie alla sua provenienza dal settore giovanile, ma così non è stato, complici anche offerte non ritenute all’altezza. Ma quella scelta si è rivelata alla fine corretta.

Andrea Conti, che nella scorsa stagione si è alternato con lui, non è riuscito a trovare del tutto la continuità a causa di diversi problemi fisici che lo tormentano da tempo, e alla fine a giovarne è stato proprio il numero due milanista. Il classe ’96 sembra avere davvero trovato la sicurezza dei tempi migliori, mettendosi così alle spalle le critiche che erano arrivate in passato. Lui era stato infatti uno dei bersagli dei tifosi dopo la sconfitta di dicembre a Bergamo contro l’Atalanta: in quell’occasione molti lo avevano attaccato per la festa organizzata per il suo compleanno, ritenuta inappropriata dopo un ko così pensate. E a questo punto potrebbe arrivare per lui anche il rinnovo di contratto.

calabria milan cagliari
Davide Calabria (Getty Images)

Potrebbe interessarti – “Ibrahimovic è come Michael Jordan”: Calabria esalta l’attaccante del Milan

Calabria e il rinnovo di contratto: crescono le possibilità

Davide Calabria sembra essere davvero un altro rispetto a quello che, ormai diversi mesi fa, non riusciva a essere affidabile soprattutto in fase difensiva. Il giocare, complice l’infortunio di Conti e la necessità di ambientamento di Diogo Dalot, si è guadagnato a pieno titolo il posto da titolare e non vuole certamente lasciarlo. Per chi è cresciuto nel Milan come lui rappresentare i colori rossoneri in campo è innanzitutto un onore.

A questo punto diventa importante pensare anche al suo futuro. Il suo contratto, che era stato rinnovato ai tempi del duo Fassone-MIrabelli, è in scadenza 2022, proprio per questo diventa fondamentale iniziare a pensare già da ora a cosa fare. La stima da parte di Paolo Maldini non gli manca e già questo è un aspetto di non poco conto. Nei primi mesi del 2021 potrebbe quindi esserci un incontro tra il dirigente e il suo procuratore per valutare meglio il da farsi.

Leggi anche – Calabria tra Cristiano Ronaldo e Kessiè: “Frank lo batte in un aspetto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *