Spezia-Juventus, Pirlo: “Ronaldo ci sarà, ma non giocherà titolare”

La conferenza stampa di Andrea Pirlo alla vigilia di Spezia-Juventus, gara valida per la 6.a giornata di Serie A e in programma domani pomeriggio a Cesena.

E’ giorno di vigilia per la Juventus che, dopo la lezione subita dal Barcellona in Champions League, si rituffa in campionato alla ricerca di una vittoria che manca da troppo tempo. L’avversario dovrebbe favorire il compito dei bianconeri che domani affronteranno il neo-promosso Spezia in una partita sulla carta scontata. L’inizio stagione però non è stato dei migliori, anzi i campioni d’Italia hanno avuto diverse difficoltà e stanno facendo faticare mettere in fila risultati positivi. Domani sarà vietato sbagliare e ne è consapevole anche Andrea Pirlo che recupera Cristiano Ronaldo come conferma nella conferenza stampa: ecco le sue dichiarazioni.

Ti potrebbe anche interessare – Juventus, Marchisio su Chiesa: “Lottava per la salvezza, troppi 60 milioni”

Juventus, Pirlo: “Dybala non è distratto dal rinnovo, io sono molto tranquillo”

Juventus Pirlo Cristiano Ronaldo
Pirlo (Getty Images)

Su Cristiano Ronaldo: “E’ negativo anche il secondo tampone. Si sente bene e domani partirà con la squadra. Non penso che giochi titolare: si è allenato a casa ma è diverso che farlo in campo. Per noi è già importante riaverlo in gruppo”. 

Su De Ligt: “Il medico ha chiesto di aspettare ancora una settimana. Il recupero sta andando molto bene, si è allena già con la squadra ma ancora non può tornare a giocare”.

Su Bonucci: “Ci sarà, ieri si è allenato a parte ma domani partirà dall’inizio. Chiellini invece è indisponibile, non sarà convocato e continuerà il suo percorso di recupero”.

Su Dybala: “Non è al massimo della condizione fisica. Non è un problema mentale, deve solo allenarsi e ritrovare la forma giusta. Quando uno scende in campo non pensa al rinnovo o altre questioni”.

Sull’attacco: “Ci sono molti giocatori che hanno fatto tante partite. Per esempio Ramsey non è ancora a posto dopo una botta subita contro la Dinamo Kiev, anche altri dovrebbero riposare ma non ho alternative e dovranno giocare per forza”.

Sulle critiche: “Non sono sorpreso. Ho giocato per vent’anni sotto pressione e conosco questo tipo di situazioni. Non mi interessa quello si dice in giro, io sono molto tranquillo”.

Leggi anche – Milan, Calhanoglu contattato dalla Juventus: la risposta del fantasista turco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *