Milan su Szoboszlai, terzo tentativo rossonero: chiesti 25 milioni

Szoboszlai resta un obiettivo del Milan, pronto a trattare per la terza volta con il Salisburgo, che chiede almeno 25 milioni di euro

Il nome di Dominik Szoboszlai resta accostato al Milan, andato molto vicino ad ingaggiarlo la scorsa estate e pronto a riprovarci ancora una volta per il mercato di gennaio. Da quanto è approdato al Salisburgo, il centrocampista è esploso e anche all’inizio di questa stagione ha confermato tutto il suo talento con 5 gol e ben 8 assist nelle prime 11 apparizioni. L’ungherese ha segnato 2 reti in altrettante gare di Champions e servito 5 passaggi chiave in 6 giornate di Bundesliga austriaca.

Numeri da capogiro per un classe 2000, che ha già debuttato e disputato ben 10 partite con la sua nazionale maggiore. Ha le movenze e le capacità di un predestinato e anche il d.s. della Juventus, Fabio Paratici, aveva messo gli occhi su di lui in passato. Con l’avvicinarsi del mercato invernale, il suo nome è tornato prepotente nelle diverse indiscrezioni e, ancora una volta, potrebbe provarci il Milan.

Potrebbe interessarti anche: Milan, Ibrahimovic vicino al rinnovo: affare favorito dal…fisco

Milan, nuovi contatti per Szoboszlai: servono 25 milioni

Szoboszlai nei radar del Milan (Getty Images)
Szoboszlai nei radar del Milan (Getty Images)

Dopo aver rifiutato Lazio e Napoli, il giovane centrocampista fu contattato anche dai rossoneri, che circa un anno fa tentarono di acquistarlo in un’operazione che vide in prima linea Zvone Boban. Accordo totale con club e calciatore, poi le dimissioni improvvise del dirigente fecero saltare l’affare. La scorsa primavera le parti tornano a trattare, ma l’epilogo fu analogo. E’ stato Ivan Gazidis, questa volta, a trattare, sfruttando l’immagine di Ralf Ragnick, in procinto di diventare il nuovo allenatore del Milan, come sponsor.

Il finale di stagione, però, portò alla conferma di Pioli e così l’operazione con il calciatore ungherese saltò nuovamente. Intanto Szoboszlai ha rinnovato fino al 2023 il contratto con il Salisburgo, con uno stipendio di 2 milioni all’anno e la conferma di una clausola rescissoria da 25 milioni particolarmente allettante per la dirigenza milanista. Non c’è due senza tre, ma la speranza, questa volta, è che l’affare vada a buon fine, portando alla corte di Pioli un rinforzo di assoluto valore in vista della seconda metà della stagione in corso.

Leggi anche -> Calciomercato, Milenkovic: non solo il Milan, chi insidia i rossoneri