Crotone-Lazio, Immobile: “Ignoranti e cattivi, chi parla non mi conosce”

Ciro Immobile è tornato in campo e ha trascinato la Lazio alla vittoria a Crotone, ma al termine del match si è tolto qualche sassolino dopo le polemiche degli ultimi giorni.

Si è messo alle spalle il Covid-19. Ciro Immobile è tornato in campo a Crotone ed è stato uno dei protagonisti della vittoria ottenuta dalla sua Lazio, arrivata grazie a un suo gol, ma anche con una prestazione convincente nell’arco di tutti i novanta minuti. A elogiarlo è stato anche il suo tecnico, Simone Inzaghi, che lo considera un leader dello spogliatoio, in campo e fuori.

Già prima di scendere in campo l’attaccante aveva tuonato sui social invitando tutti a evitare di parlare di lui e a mettere in dubbio la sua correttezza e professionalità. E oggi il concetto lui lo ha voluto ribadire anche al termine del match: “Io sono uno che non ama parlare fuori dal campo, preferisce rispondere alle polemiche e alle critiche con le mie prestazioni. Questo è accaduto anche oggi, ma io non me la sento più di stare in silenzio, di fronte alla situazione che si è creata negli ultimi giorni non è più possibile farlo. Proprio per questo il mio attacco sui social non poteva non esserci, mi hanno attaccato come uomo e io questo non lo posso accettare” spiega l’attaccante Scarpa d’Oro.

Lazio, l'esito dei nuovi tamponi (Getty Images)
Ciro Immobile (Getty Images)

Potrebbe interessarti – Lazio, Immobile: via libera dalla ASL, visite a Roma – Foto

Immobile dice basta alle critiche: le parole dell’attaccante dopo Crotone-Lazio

Immobile non usa quindi mezzi termini: “Una critica per una prestazione negativa ci può stare, ci mancherebbe, ma quando si finisce per essere attaccati sul personale non posso accettarlo. Questo, infatti, è un comportamento da ignoranti. Parlare senza conoscere come siano andate le cose e senza conoscere le persone è da presuntuosi. Fortunatamente ho avuto la possibilità di superare questo momento difficile grazie all’appoggio di molte persone. Non è stato corretto parlare di me in questi termini”.

L’attaccante poi spiega la sua esultanza particolare di oggi: “Chi pensa che il mio modo di esultare sia nato da un atteggiamento polemico si sbaglia. E’ bene chiarire. Quello è un gesto che facciamo noi quando giochiamo a un gruppo che abbiamo creato con amici e familiari. La sera, non potendo fare molto altro, ci ritroviamo per passare qualche momento insieme e divertirci, quindi quello che ho fatto era rivolto semplicemente a loro” ha concluso.

Leggi anche – Crotone-Lazio, Inzaghi: “Immobile un leader. Rinnovo nessun problema”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *