Napoli, cori dai balconi per Maradona: il video con il tributo a Diego

Napoli, altro omaggio a Maradona. Flashmob dai balconi da parte dei tifosi partenopei prima di Napoli-Rijeka: le immagini più toccanti.

Napoli, il dolore e le celebrazioni per Maradona proseguono: migliaia di tifosi per le strade della città hanno reso omaggio al campione scomparso nel giorno della camera ardente in Argentina. Italia e Argentina legate a doppio filo in una giornata triste: il “Dios” del calcio ci ha lasciati ma il suo estro rimarrà indelebile. Ragion per cui prima del fischio di inizio della partita del Napoli in Europa League contro il Rijeka, i tifosi partenopei si affacceranno in finestra per cantare, esporre bandiere, candele e lumini. Un altro omaggio al Pibe de Oro.

Leggi anche – Diego Maradona è morto: la carriera del Pibe de Oro – Foto

Napoli, flashmob per Maradona: balconi illuminati con candele e lumini in ricordo del campione

Napoli, balconi illuminati per Maradona (Getty Images)
Napoli, balconi illuminati per Maradona (Getty Images)

Sull’onda dei primi mesi di lockdown, quando un popolo cantava dai balconi per sentirsi vicino e meno solo nella sofferenza, una città diviene centro nevralgico del dolore e del cordoglio nello Stivale. Molti, infatti, dalle proprie abitazioni ci tengono a partecipare al flashmob nato dall’iniziativa della rete: un lumino fuori la finestra, una bandiera del Napoli che sventola, equivale a una preghiera per Diego Maradona.

Napoli si stringe nel ricordo di Maradona: flashmob in città, giocatori con maglia celebrativa

Il minuto di silenzio, appena prima del fischio di inizio, al San Paolo – stadio che presto porterà il suo nome – nel frattempo el Diez riecheggerà idealmente per quelle strade e quelle case che un tempo (non molto lontano) ha vissuto da protagonista. Al punto da renderlo, almeno idealmente, immortale. Inoltre, i giocatori del Napoli hanno effettuato il riscaldamento, prima del confronto europeo, con una maglia celebrativa: tutti con la ‘dieci’ di Maradona. Unica eccezione in suo onore, visto che quel numero – ora più che mai – per chiunque altro è intoccabile.

Da Fuorigrotta al Vomero-Arenella è un unico afflato nel nome di Diego. Applausi interminabili per l’uscita di scena più dolorosa e toccante: qualche urlo si ode distintamente. Lo Stadio San Paolo in lontananza illuminato sembra voler indicare la via per questa “camera ardente” laica che migliaia di tifosi hanno organizzato. Il nostro corrispondente Leonardo Zullo ci ha restituito gli umori della piazza, ma sicuramente il sentimento di fedeltà, gratitudine, attaccamento e persino dolore non andrà via facilmente. La morte di Diego Armando Maradona è una ferita aperta per tutto il calcio, ma forse per Napoli sarà più difficile – quasi impossibile – da rimarginare.

Leggi anche – Maradona, funerali a Buenos Aires: quando ci saranno, la scelta della famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *