Maradona, lo stadio San Paolo cambia nome: l’annuncio del Comune di Napoli

Lo stadio San Paolo di Napoli cambierà presto nome e verrà intitolato a Diego Armando Maradona. Il Comune partenopeo ha già annunciato la decisione 

Una decisione tanto attesa e ormai confermata nella tarda serata di ieri: lo stadio San Paolo di Napoli cambierà nome in onore di Diego Armando Maradona. L’impianto sportivo di Fuorigrotta è rimasto illuminato tutta la notte per ricordare il fuoriclasse argentino scomparso nella giornata di ieri all’età di 60 anni. Fiori, lumini, striscioni, bandiere e sciarpe sono stati lasciati fuori allo stadio dai tifosi partenopei, che in diverse zone della città hanno iniziato ad intonare anche cori in onore dell’ex calciatore.

Più di un semplice giocatore, una vera e propria istituzione. Quasi una divinità, prima ancora che si levasse in cielo. Maradona ha rappresentato, e continuerà a farlo da una generazione all’altra, il simbolo del riscatto e la personificazione di un intero popolo, con tutti i suoi pregi e difetti. Il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha già annunciato il lutto cittadino per 3 giorni e ha chiesto a gran voce il cambio di nome dello stadio.

Potrebbe interessarti anche: Maradona, Napoli proclama il lutto cittadino: cordoglio del Sindaco

Napoli, il San Paolo intitolato a Maradona

Maradona, striscione fuori al San Paolo (Getty Images)
Maradona, striscione fuori al San Paolo (Getty Images)

Il presidente Aurelio De Laurentiis ha sottolineato che l’ipotesi era stata presentata da tempo. Dopo la scomparsa di Diego, potrebbe diventare realtà. Nella tarda serata di ieri, il Comune di Napoli ha infatti rilasciato un annuncio. Laura Bismuto, presidente della Commissione Toponomastica del Consiglio comunale della città, ha dichiarato: “Ho il piacere e l’onore di annunciare che abbiamo deciso di intitolare lo stadio San Paolo a Diego Armando Maradona“.

Si attende solamente il cambio ufficiale per il nome dell’impianto. Intanto, questa sera, il Napoli giocherà proprio in casa contro il Rijeka per l’Europa League. Oltre il minuto di silenzio deciso dalla UEFA, la società potrebbe omaggiare ulteriormente il simbolo più grande della storia del club. Non si escludono effetti di luci per un tributo silenzioso, data l’assenza del pubblico.

Leggi anche -> Maradona, Napoli in lutto: fiori e lumini al San Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *