Berlusconi, condizioni di salute peggiorate. I medici: “Riposo assoluto a casa”

Silvio Berlusconi dovrà rimanere a riposo in casa dopo il peggioramento delle sue condizioni di salute negli ultimi giorni

Peggiorano le condizioni di salute di Silvio Berlusconi, ricoverato a settembre a causa del Coronavirus e poi dimesso dopo la sua guarigione. Negli ultimi giorni è stato registrato un netto passo indietro rispetto ad un miglioramento avuto in precedenza e i medici che lo seguono assiduamente hanno consigliato assoluto riposo in casa. Ad aggiornare sulle condizioni del leader di Forza Italia, ci ha pensato il suo legale, l’avvocato Federico Cecconi. Durante l’udienza nell’aula della Fiera di Milano per il processo “Ruby ter”, ha fornito le ultime novità attraverso la presentazione di alcuni documenti medici.

Cecconi non ha chiesto il rinvio dell’udienza per legittimo impedimento, cosa invece avvenuta lo scorso 19 ottobre. In quella circostanza, la difesa di Berlusconi aveva chiesto l’istanza di rinvio per motivi di salute e i giudici l’avevano accolta. Oggi è ripartito il processo a carico dell’ex Premier e altri 28 imputati, con le accuse di corruzione in atti giudiziari e falsa testimonianza.

Potrebbe interessarti anche: Baresi in campo con Berlusconi: possibile candidato a sindaco di Milano 

Berlusconi, peggiorano le condizioni di salute: le ultime novità

Berlusconi, le ultime sul suo stato di salute (Getty Images)
Berlusconi, le ultime sul suo stato di salute (Getty Images)

L’ultima udienza, con attività in aula, risaliva al febbraio scorso. Da quel momento una serie di rinvii, dettati dall’emergenza Covid e da alcuni impedimenti di Berlusconi e di un componente del collegio. Nella giornata di oggi, l’avvocato Cecconi ha voluto rendere note le condizioni del leader di FI ed Il Messaggero ha riportato alcune dichiarazioni.

“Le condizioni negli ultimi giorni sono peggiorate a causa di un certo attivismo che gli era stato sconsigliato”, ha detto il legale, che ha poi aggiunto: “Si registra un’ulteriore forma di ingravescenza rispetto all’iter di miglioramento. I medici hanno consigliato un assoluto riposo domiciliare e di non muoversi”. Infine ha sottolineato che: “Su indicazione dello stesso Berlusconi, non avanzeremo la richiesta di legittimo impedimento, dati i numerosi rinvii in passato”. L’udienza ha avuto regolare svolgimento con l’ascolto dei testimoni e si attendono, nei prossimi giorni, maggiori novità sulle condizioni dell’ex presidente del Milan.

Leggi anche -> Galliani sconfessa Report: “Milan di Elliott, vogliono colpire Berlusconi”