Juventus, il 2021 è l’anno della verità per Dybala

Juventus e Dybala hanno tutto il tempo per scegliere se continuare questo sodalizio. All’argentino ora la possibilità di dimostrare nel nuovo anno tutte le sue qualità per negoziare il rinnovo di contratto da una posizione di forza.

L’anno appena concluso è stato alquanto balordo per Paulo Dybala. Sebbene alcuni suoi assist e reti siano serviti alla Juventus per conquistare il nono scudetto, i costanti problemi fisici e l’incostante rendimento dipeso anche dal sistema di gioco adottato, non hanno consentito all’ex Palermo di dimostrare appieno tutto il suo valore. Ora più che mai, serve mettere a segno una serie di prestazioni convincenti atte a consacrarlo come uno dei top player della Juventus. Solo in questo modo, Dybala potrà negoziare il contratto con la dirigenza bianconera da una posizione di forza. A più riprese, lo stesso Andrea Agnelli ha espresso dei dubbi circa lo stato di top player dell’argentino ed ora, solo trascinando la squadra di Pirlo al raggiungimento degli obiettivi stagionali prefissati, sarà possibile cambiare tale opinione.

Potrebbe anche interessarti: Calciomercato Gennaio 2021, quando inizia e si conclude: le date

pirlo juventus fiorentina
Andrea Pirlo (GettyImages)

Juventus e i problemi di Dybala

Checché se ne dica, il problema principale della Joya è stato quello tattico. Da dopo Allegri, Sarri prima e Pirlo dopo, hanno scelto dei moduli tattici non volti a valorizzare le qualità tecniche del fantasista argentino. Il 4-3-3 della passata stagione, così come il 4-4-2 mascherato visto nelle ultime due settimane, non mettono in condizione Dybala di esprimersi al meglio. Complice anche una condizione fisica non ottimale, l’ex Palermo non riesce a stare solo in area di rigore come fanno invece egregiamente Morata e Cristiano Ronaldo.

Infatti, in più di un’occasione e specialmente con Allegri, la Joya ha sempre dimostrato tutte le sue qualità nel ruolo di trequartista centrale. L’apertura di gioco, le verticalizzazioni veloci, gli inserimenti e le conclusioni da fuori area: è tutto il suo repertorio tecnico, tattico e fisico che nell’ultimo anno e mezzo in poche occasioni è stato sfruttato.

A prescindere da ciò, Dybala è chiamato a dimostrare ugualmente il proprio valore adeguandosi anche alle scelte dell’allenatore di turno. Se riuscirà a dimostrare, con costanza, le proprie qualità anche in altre posizioni di campo, l’adeguamento dell’ingaggio tanto agognato arriverà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *