Serie A, Del Pino ottimista sui diritti TV: “Accordo vicino”

Serie A, vicino l’accordo con i fondi d’investimento Cvc-Advent-Fsi. Dal Pino ottimista ai microfoni di Radio Rai, la fumata bianca sembra essere vicina anche per i diritti televisivi. Verso un canale tematico per la Lega di A.

La Lega di Serie A cambia pelle, perlomeno economicamente. Approvato, nel corso dell’ultima Assemblea, l’ingresso di partner commerciali che possano sostenere un indotto in crisi e incentivare la gestione e commercializzazione dei diritti televisivi per il nuovo accordo che si andrà a comporre: numerose le aziende pretendenti, il calcio resta molto ambito anche a livello commerciale e con lui tutte le attività correlate persino per quel che riguarda la condivisione, trasmissione ed elaborazione dati. Attualmente si pensa anche all’ingresso di un canale tematico che possa enfatizzare le attività della Lega.

Leggi anche – Juventus-Udinese, Pirlo: “Pronto alle responsabilità, la squadra vuole rifarsi”

Serie A, fondi d’investimento: Dal Pino ottimista

Serie A, diritti tv, accordo in arrivo (Getty Images)
Serie A, diritti tv, accordo in arrivo (Getty Images)

Ottimista in tal senso il Presidente Paolo Dal Pino, che è intervenuto ai microfoni di “Sabato Sport” per fare anche il punto su quella che sarà la partita relativa ai diritti televisivi: “Riguardo la trattativa con i fondi Cvc-Advent-Fsi siamo vicini alla fumata bianca. Ci aspettiamo un esito importante dell’affare subito dopo l’Epifania, con questo accordo la Lega cambierà in positivo”, ha detto Dal Pino. Poi il numero uno della Lega si è soffermato sui diritti televisivi e quella che, nella sostanza, è una diatriba importante: “Il nostro calcio, quest’anno, perde circa 600 milioni. L’ingresso di un miliardo e 700 milioni per il 10% della media company è un sospiro finanziario importante”.

Serie A, il canale della Lega: Dal Pino fa il punto

Infine, Dal Pino sottolinea l’importanza di avere un canale tematico che renda sempre più fruibili le attività della Lega: “La possibilità di ragionare su un canale proprio e sulla gestione dei diritti televisivi va colta, soprattutto in ottica futura. Consentire una scelta maggiore ai nostri cittadini, con una finestra importante sulle attività della Serie A, è l’obiettivo primario da raggiungere e preservare”, ha concluso Dal Pino ai microfoni di Radio Rai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *