Simakan, il Milan ancora respinto: lo Straburgo rifiuta un’altra offerta

Secondo fonti francesi, lo Strasburgo avrebbe rifiutato un’importante offerta del Milan per Mohamed Simakan, obiettivo numero uno di gennaio.

Il Milan è molto concentrato sul prossimo mercato da cui uscirà il nome del nuovo difensore. Nella scorsa sessione i tentativi dei rossoneri sono andati a vuoto e si è deciso di rimandare tutto a gennaio. Dalle notizie delle ultime settimane, il profilo favorito rimane Mohamed Simakan che ormai è inseguito da diversi mesi dopo la trattativa fallita lo scorso settembre. Il Milan non si è arreso, ha tenuto aperti i contatti e stavolta vuole chiudere l’operazione.

Ti potrebbe anche interessare – Louza, possibile addio dal Nantes: interessamento del Milan

Calciomercato Milan, lo Straburgo alza il muro per Simakan: no a 15 milioni

Milan Simakan Strasburgo
Simakan (Getty Images)

Dalla Francia però non arrivano notizie confortanti perché, secondo “Le 10sport”, lo Strasbugo avrebbe rifiutato una significativa offerta per il centrale classe 2000. Il club respinto sarebbe proprio il Milan che avrebbe alzato la sua proposta ma non ancora abbastanza per trovare l’accordo definitivo. Non sarebbero bastati 15 milioni (bonus compresi) per convincere la società francese che ha nuovamente respinto il tentativo dei rossoneri.

Si pensava che questa cifra fosse il giusto compromesso per trovare un’intesa economica che invece continua a essere rimandata. A fine dicembre Maldini e Massara hanno ripreso a negoziare, ma evidentemente qualcosa non è andato nel verso giusto. Dietro a questo rifiuto potrebbe anche esserci una presa di posizione del giocatore che magari, davanti ad altre opportunità, avrebbe cambiato idea e preferirebbe un’altra destinazione. Si è parlato di un sondaggio del Chelsea e comunque la concorrenza non manca. Ora bisognerà capire se il Diavolo è effettivamente fuori dai giochi o tornerà alla carica e proverà un ultimo assalto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *