Serie A, highlights Napoli-Spezia: gol e sintesi partita – VIDEO

Il Napoli cade in casa contro lo Spezia. Gli uomini di Gattuso subiscono il 2-1 in superiorità numerica: determinanti Nzola e Pobega. I partenopei vanno in gol con Petagna.

Il Napoli affronta lo Spezia allo Stadio Diego Armando Maradona. Gattuso sfida Italiano con una formazione rimaneggiata dalle assenze. Lozano schierato in avanti, mentre lo Spezia si affida al tridente Agudelo, Nzola, Farias. Prima frazione densa di opportunità in cui i partenopei si distinguono proprio con El Chucky Lozano, ma anche Zielinski e Insigne si rendono pericolosi.

Il tecnico degli azzurri è soddisfatto, anche se i partenopei non riescono a sbloccare il risultato nonostante gli otto tiri in porta in 45 minuti. Forcing dei padroni di casa che comunque non spaventa gli ospiti in grado di soffrire e tenere botta. Un punto non accontenta nessuno, ragion per cui lo 0-0 maturato all’intervallo non può soddisfare i padroni di casa. Gli spezzini credono nei propri mezzi, nonostante l’assedio subìto nei primi 45′ di gioco.

Per vedere gli highlights di Napoli-Spezia – CLICCA QUI

Napoli-Spezia: i momenti salienti del match

Napoli-Spezia, sintesi della sfida (Getty Images)
Napoli-Spezia, sintesi della sfida (Getty Images)

Il secondo tempo allo Stadio Diego Armando Maradona vede entrare Petagna, che prende il posto di Politano, tra le fila del Napoli. Il cambio si rivela determinante perché proprio l’ex Atalanta sblocca il risultato al minuto 57′ grazie a un’ottima giocata di Di Lorenzo batte l’estremo difensore di forza. conclusione vincente, da attaccante vero, quasi rapinatore d’area. Bravo a liberarsi dalla marcatura. Qualche minuto prima lo Spezia si era reso pericoloso con Gyasi. Gattuso è sollevato dopo l’1-0, iniziava a mostrare segni di insofferenza nel vedere i suoi spingere senza concretizzare: 1-0 in favore del Napoli.

Vantaggio che però dura relativamente poco perché al 67′ Fabian Ruiz stende Pobega in area di rigore: leggero contatto sul polpaccio dell’avversario. Tanto basta all’arbitro per assegnare il penality: Nzola si piazza sul dischetto, controllo del VAR, rigore convalidato che l’attaccante non sbaglia con il sinistro dagli undici metri. Pareggio che lascia un pizzico di amarezza ai padroni di casa. 1-1 che arriva forse nel maggior momento di produzione gioco da parte dei partenopei. Tutto da rifare per gli uomini di Gattuso.

A venti minuti dal termine lo Spezia passa a fare impostazione sul giro palla, gli ospiti hanno tratto beneficio dal pareggio e puntano a congelare la gara. Italiano chiede calma, Gattuso invece vuole maggior pressing: umori opposti sulle due panchine nella parte finale di gara. Al minuto 77′ la partita cambia ancora: Ismajli viene espulso. Doppia ammonizione per lo spezzino reo di aver inferto una gomitata a Petagna. Ospiti in dieci, maggiore spazio per i partenopei in mezzo al campo che però non li agevola. Anzi, al minuto 80′ il Napoli subisce lo svantaggio: fondamentale Pobega a ribadire in rete dopo la conclusione di Nzola che si stampa sul palo. Lo Spezia ribalta la gara in inferiorità numerica. 2-1 la gara termina con questo punteggio: passo falso dei partenopei in casa, Italiano festeggia un successo insperato. Spezia espugna lo Stadio Diego Armando Maradona con l’uomo in meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *