Benzema a processo per il caso Valbuena: le accuse e cosa rischia

Il pubblico ministero di Versailles ha annunciato che Karim Benzema si dovrà presentare in tribunale e dovrà essere giudicato per tentato ricatto nei confronti di Mathieu Valbuena.

Dal 2015, l’attaccante del Real Madrid è protagonista di un’inchiesta giudiziaria. All’epoca dei fatti, Valbuena denunciò di esser stato vittima di ricatto da parte di ignoti. Il centrocampista francese fu contattato da anonimi che richiedevano un’ingente somma di denaro, altrimenti avrebbero divulgato sul web un video intimo del calciatore e della sua compagna. Secondo le indagini, Benzema sarebbe uno degli estorsori e per tale ragione dovrà essere processato.

Potrebbe interessarti anche >>> Sergio Ramos come Ibrahimovic: prova di resistenza sotto la neve a Madrid

Benzema a processo: tentata estorsione nei confronti di Valbuena

Benzema Real Madrid Inter
Karim Benzema (Getty Images)

Quest’oggi, l’ufficio del pubblico ministero di Versailles ha comunicato che Karim Benzema sarà giudicato per “tentato ricatto” e si dovrà presentare in tribunale. Assieme all’asso del Real Madrid, ci saranno anche altre 4 persone, i suoi presunti complici e sospetti ricattatori. Secondo quanto riporta Mundo Deportivo, i quattro estorsori avrebbero dapprima tentato di contattare Djibrill Cissé, il quale avrebbe dovuto convincere Valbuena a pagare. Non ottenendo il successo sperato, avrebbero coinvolto Karim che avrebbe consigliato al suo connazionale di pagare il riscatto ed evitare problemi. Adesso, il madridista rischia fino a 5 anni di prigione.

Intanto, i legali di Benzema hanno già commentato che il proprio assistito sarebbe vittima di accanimento. Proprio a causa dello scandalo sessuale che lo vede coinvolto, la Nazionale francese non lo ha mai più convocato. La Federcalcio decise che non avrebbe più fatto parte dei Blues, a tempo indeterminato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *