Morte Maradona, indagini sul medico Luque. Situazione complicata

Si fa sempre più complicata la situazione relativa alla morte di Maradona. Il medico Luque sarebbe finito sotto indagini della magistratura, che starebbe indagando su alcuni documenti

La morte di Diego Armando Maradona è sempre più un tabù e nelle ultime ore la storia sarebbe avvolta ancora di più dal mistero. In particolare, è la posizione del medico personale del Pibe de Oro a destare sospetto. Leopoldo Luque, infatti, sarebbe finito al centro di indagini che circa una perizia calligrafica.

Dagli ultimi sviluppi riscontrati lo scorso 25 novembre, la magistratura ha voluto esaminare alcuni documenti requisititi durante la perquisizione dell’abitazione. Il sospetto è che il neurochirurgo abbia falsificato le firme ed in particolare sono stati presi in considerazione tre fogli.

Leggi anche – FA Cup, casi Covid non solo in Premier League: focolai nelle leghe inferiori 

Morte Maradona, le firme sospette del medico Luque

Morte Maradona
Morte Maradona, indagato il medico (Getty Images)

E’ passato un mese e mezzo dalla morte di Maradona, che ha sconvolto tutto il mondo del calcio e non solo. Tuttavia restano ancora diversi dubbi sulla posizione di Leopoldo Luque, che negli ultimi anni rivestiva il ruolo di medico personale. La magistratura, come riportato da Infobae, starebbe valutando tre documenti con firme sospette.

In uno di questi,  ci sono delle firme ripetute e il sospetto è che Luque si sia esercitato nel riprodurre quelle di Maradona per falsificarle. Si sta visionando anche un file che riporta una firma scannerizzata dell’ex numero 10 argentino e una richiesta per ottenere la cartella clinica. Solo l’ex Napoli avrebbe potuto richiedere il fascicolo medico, secondo ,a legge. Il medico è finito quindi sotto l’occhio del ciclone. Si sta indagando per accertare che Maradona sia stato seguito nel migliore dei modi, fino al decesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *