Parma-Lazio, D’Aversa: “Pagato caro errori di gioventù”

Parma-Lazio finisce 2 a 0 per i biancocelesti e la classifica degli emiliani si complica. Luis Alberto e Caicedo affondano D’Aversa e fanno gioire Inzaghi. Il tecnico degli emiliani ha commentato a caldo la gara

Un ritorno amaro quello di D’Aversa sulla panchina del Parma. Allo stadio Tardini la squadra di casa viene piegata da un’ottima Lazio, che passa 2 a 0 grazie alle reti di Luis Alberto e Caicedo. Per i biancocelesti si tratta della seconda vittoria consecutiva, che complica la vita agli emiliani al penultimo posto in classifica.

Al termine del match è intervenuto D’Aversa ai microfoni di Sky per commentare la partita: “Considerando tutto quello che è successo in questi giorni, tipo gli infortuni, devo fare i complimenti ai ragazzi. Per 60 minuti hanno tenuto testa alla Lazio e c’è il rammarico per aver concesso gol per errori di gioventù. Abbiamo avuto anche situazioni pericolose, che magari avrebbero cambiato la gara”.

RINFORZI – “Il presidente sa di cosa ha bisogno questa squadra. Io devo pensare solo al campo, ma la società sa dove può intervenire. Per me non c’è nessun problema a fare tutto il campionato con Balogh titolare. L’età non conta”.

Parma-Lazio, D’Aversa al termine dei 90 minuti

Parma-Lazio, D'Aversa nel post gara
Parma-Lazio, D’Aversa nel post gara (Getty Images)

GERVINHO “E’ un giocatore importante. Le sue qualità sono sempre le stesse rispetto all’anno scorso. Le qualità di un singolo sono importanti, vedi oggi la prestazione di Lazzari. Bisogna ragionare sulle qualità dei calciatori che si hanno a disposizione”.

GIOVANI – “Per far si che i giocatori giovani crescano, hanno bisogno di esperienza vicino. Il campionato italiano è molto difficile, dove le difficoltà di ambientamento sono notevoli. Abbiamo aggiunto molti giovani e per far sì che questi crescano gli si deve dare anche del tempo. Gli errori fanno crescere, ma fanno anche perdere le partite”.

Leggi anche – Gervinho, vicino l’addio al Parma: il futuro dell’attaccante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *