Maradona, nuove accuse al medico: la scoperta dei magistrati

Il medico di Diego Armando Maradona, Leopoldo Luque, è stato accusato in seguito a delle nuove importanti scoperte dei magistrati impegnati nel caso relativo alla morte del Diez 

Maradona accuse medico
Maradona accuse medico

Emergono importantissime novità in merito alla morte di Diego Armando Maradona, scomparso a 60 anni lo scorso 25 novembre. Diversi sospetti hanno accompagnato gli ultimi giorni del Pibe de Oro, ma, soprattutto, quelli successivi alla tragedia. Le indagini dei magistrati hanno fatto emergere alcuni retroscena intorno alla figura di Leopoldo Luque, medico personale dell’ex calciatore.

All’inizio del mese di gennaio, vi abbiamo riportato la notizia del portale Infobae, che faceva riferimento proprio al dottore sudamericano. Stando a quanto riferito nelle scorse settimane, il sospetto maggiore era quello di una possibile falsificazione della firma di Maradona, da parte dello stesso Luque. In questo modo, il medico avrebbe avuto accesso alla cartella clinica del Diez, l’unico a poterla richiedere.

Leggi anche -> Morte Maradona, indagini sul medico Luque. Situazione complicata

Maradona, firma falsificata da Leopoldo Luque: le novità

Maradona firma falsificata
Maradona firma falsificata

Secondo quanto riferisce questa mattina il Sun, un gruppo di esperti ha analizzato tre documenti che presentano la firma di Maradona, accertando che si tratta di un falso. Gli stessi hanno quindi studiato la firma del dottor Luque, confermando che sia stato lo stesso medico a tentare di copiare la sigla originale dell’ex giocatore.

Dalle prime informazioni, la scelta sarebbe stata presa a settembre, appena due mesi prima della morte di Maradona. Un atto grave, che getta ulteriori ombre intorno alla figura di Leopoldo Luque, già accusato dall’avvocato, i familiari e gli amici di Diego, come artefice della sua morte. L’autopsia aveva infatti messo in evidenza la presenza di psicofarmaci, probabilmente somministrati dallo stesso medico curante. Nello specifico antidepressivi, antiepilettici e un farmaco contro l’astinenza da alcol. Totalmente assenti, invece, le medicine per la sua cardiopatia. Elementi che avevano aumentato i sospetti su Luque, la cui posizione è ora peggiorata a causa delle recenti scoperte sulle firme falsificate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *