Inter, incontro tra società e giocatori per gli stipendi: le ultime

La questione degli stipendi arretrati dell’Inter è vicina ad una svolta, come stabilito nell’incontro tra la società e i tesserati. Il club di Suning deve pagare ancora 4 mensilità del 2020 e cerca una soluzione per quelli del 2021

Marotta stipendi
Inter stipendi giocatori

L’Inter è reduce dal successo nel derby di Coppa Italia contro il Milan, che ha dato grande entusiasmo in tutto l’ambiente. I nerazzurri affronteranno sabato il Benevento, dove cercheranno il soprasso sui rossoneri in vetta alla classifica di Serie A.

Tuttavia, a tenere banco è la questione societaria, poiché i rumors sono tanti e le certezze decisamente poche. La trattativa tra Suning e Bc Partners procede ormai da settimane, ma la società deve risolvere anche delle questioni interne. C’è infatti il nodo stipendi da sciogliere, poiché il club deve versare alcune mensilità arretrate del 2020 e la deadline è il 16 febbraio. In particolare, ad oggi mancano i pagamenti dei mesi di luglio e agosto, oltre a quelli di novembre e dicembre della nuova stagione.

Leggi anche – Calciomercato Inter, il terzino si allontana: pressing del Barcellona

Inter, la strategia di Suning per gli stipendi

Inter Zhang  stipendi
Stipendi Inter strategia

Sono giorni particolari in casa Inter, che potrebbe cambiare presto proprietario. Il club di viale della Liberazione è al lavoro per pagare gli stipendi arretrati ai propri tesserati, per evitare penalizzazioni in classifica del campionato in corso.

Secondo quanto riportato da Calciomercato.com, sarebbe andato in scena un summit tra i calciatori nerazzurri e i vertici della società, in cui sono state stabilite le scadenze. Le mensilità di luglio e agosto dovrebbero essere pagati entro la fine del mese di gennaio, mentre quelle di novembre e dicembre nella prima metà di febbraio. Per quanto riguarda gli stipendi del 2021, invece, il club di Suning lavora per cercare un nuovo accordo con i propri dipendenti. Le prossime ore saranno decisive per ulteriori riscontri, ma i dirigenti avrebbero rassicurato tutti i tesserati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *