Milan, Tomori si presenta: “Maldini il più grande, bello giocare con Ibrahimovic”

Conferenza stampa di presentaazione di Fikayo Tomori, il nuovo difensore del Milan che ha già fatto il suo esordio in Coppa Italia

Milan, Tomori si presenta: "Qui per Maldini e per la storia"
Milan, Tomori si presenta: “Qui per Maldini e per la storia”

Fikayo Tomori ha già debuttato con la maglia del Milan, nel derby di Coppa Italia segnato dal confronto Ibrahimovic-Lukaku. Oggi però si presenta ufficialmente a giornalisti e tifosi. E’ orgoglioso di far parte della storia del Milan. Ed è proprio per il valore di questa storia, ha detto, che ha accettato l’offerta dei rossoneri.

Maldini è il miglior difensore di sempre, quando mi ha chiamato non ho pensato ad altro” ha spiegato. Non servono altre parole per convincerlo a lasciare il Chelsea, anche se per ora solo in prestito con diritto di riscatto.

“E’ positivo per gli inglesi pensare che non esista solo la Premier League” ha detto Tomori, che come tanti altri giovani connazionali sta cercando la sua strada all’estero. “Milano e l’Italia sono il posto migliore per crescere come persona e come calciatore” ha detto. Consapevole della maggiore attenzione agli aspetti tattici, proprio uno dei fattori su cui può e deve lavorare di più, il neo difensore rossonero si è detto anche soddisfatto di poter allenarsi con due attaccanti di sicura personalità come Ibra e Mandzukic. “Da loro posso imparare moltissimo, in campo e fuori” ha spiegato.

Leggi anche – Fikayo Tomori, come gioca il neo milanista: carriera e caratteristiche | VIDEO

Tomori: “Il Milan è la scelta giusta”

Il Milan, ha detto in conferenza stampa Tomori, è la scelta giusta. Parole che riecheggiano le sue dichiarazioni rilasciate per i profili e i canali ufficiali del club subito dopo la firma dell’accordo. Ha scelto i rossoneri perché prima di lui hanno giocato qui campioni che ha ammirato. Icone come Maldini, Baresi o Stam, e questo lo motiva. “Voglio far parte della storia di questo club, partecipare ai suoi successi” ha detto.

Ha parlato anche con Thiago Silva, che l’ha rassicurato, ha detto. “Mi ha raccontato cose bellissime sul Milan e sulla Serie A” ha aggiunto.

Ha ringraziato Lampard, che l’ha aiutato a diventare un difensore apprezzato in Inghilterra, l’ha fatto crescere al Derby County e poi l’ha promosso in prima squadra anche al Chelsea. Ma il richiamo della storia del Milan è forte. E Tomori vuole farne parte, senza paura. Ci crede, come crede nello scudetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *