Dragowski, il portiere con la barba: a cosa è ispirata

Dragowski, autore di una grande parata su Barella nei primi minuti di Fiorentina-Inter, spicca anche per la barba. Scopriamo a cosa è ispirata

Dragowski, il portiere con la barba: a cosa è ispirata
Dragowski, il portiere con la barba: a cosa è ispirata

Durante la telecronaca su Sky dell’anticipo Fiorentina-Inter, Fabio Caressa ha colto impreparato Beppe Bergomi sulla barba di Bartłomiej Dragowski. Lo stile del portiere polacco della Fiorentina è decisamente evoluto rispetto alle prime uscite con la maglia viola. Era il 2017, e allora mostrava un normale pizzetto con tanto di baffi. Niente a che vedere con il look attuale.

Il polacco è di fatto uno dei portieri più barbuti della Serie A. In questa particolare classifica batte anche “Gigio” Donnarumma del Milan o Consigli del Sassuolo. Dragowski ha svelato qualche tempo fa, in un’intervista a Repubblica, quanto sia stato ispirato per questo look così particolare dalla serie Netflix “Vikings”.

Leggi anche – LIVE Fiorentina-Inter diretta risultato tempo reale: Handanovic miracoloso su Bonaventura

Dragowski, il look ispirato a “Vikings”

Dragowski, il look ispirato a "Vikings"
Dragowski, il look ispirato a “Vikings”

Una barba, ha raccontato, ispirata a Ragnar e agli altri personaggi della pluri-premiata serie  Vikings, uno degli show più popolari su Netflix. La serie, ambientata appunto al tempo dei guerrieri vichinghi, segue le avventure dell’eroe Ragnar Lothbrok, fondatore dell’omonima casa.

Ragnar, interpretato nella serie da Travis Fimmell, non è semplicemente un guerriero assetato di sangue ma un viaggiatore curioso che vorrebbe conoscere il mondo. E porta di conseguenza un messaggio positivo.

Proprio a Ragnar si ispira Dragowski, che ha anche il fisico adatto per ricordare un eroe della mitologia scandinava, barba compresa.

La cura con oli e shampoo, ha raccontato, per la gioia della sua fidanzata. Piace meno a sua madre, dice. Una contrapposizione, questa, molto più comune delle vicende degli eroi vichinghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *